IL VIAGGIO TRASMUTATIVO, PER UN MONDO PIU’ VICINO ALLA VITA

Tutto sommato noi che cosa stiamo facendo nella Fondazione Nuova Specie? Ci stiamo costruendo una rappresentazione abbastanza forte soggettivamente che permette di stare nel disagio di oggi, con tutte le complicazioni che ci stanno, senza esserne condizionati, fermati, anzi con una modalità di starci a partire da queste rappresentazioni. Qualsiasi progetto è, in questo caso, una rappresentazione, cioè una ipotesi: che il disagio sia questo, che la vita sia un viaggio, che la storia della vita sia arrivata a un punto fermo, che questo disagio è una occasione di un salto evolutivo, che riguarda tutta la vita umana, non è settorializzato.

Questo è un globale massimo simbolico, cioè non è verità assoluta, è una ipotesi, una rappresentazione che uno un po’ alla volta ci è arrivato, la vede anche coerente, però può essere che tra un mese-due mesi la rompe, perché la vede un attico sospeso. In questo caso è un globale massimo, una rappresentazione, che però che mantiene molti collegamenti, perché dà valore alla storia degli antenati, dà valore alla storia, quindi è diverso.

Però chi saranno le persone che andranno meglio per la Fondazione? Le persone che sviluppano un globale massimo, cioè un simbolico che sia in grado di essere così forte da non farsi condizionare dagli eventi, ma starci modificandoli a partire da queste rappresentazioni. Non è solo Fondazione, tutti i progetti umani sono questi. Lo vedremo: salire e scendere, il ritorno alla realtà, ecc., sono tutte caratteristiche di come funziona un globale massimo fondato sulle rappresentazioni.

Per farvi capire la differenza, l’altra volta vi ho portato altri due globali massimi, uno era quello della tossicodipendenza. Quello sulla tossicodipendenza è fondato sul codice bio-organico e analogico, perché sono sensazioni, movimenti. Qual è la differenza tra il tossicodipendente e un soggetto cosiddetto schizofrenico o psicotico? Pure quello è un globale massimo, per cui rispettiamolo, non pensiamo che sia una malattia!

Un tossicodipendente, anche quello del farsi è un globale massimo, pensando che questo gli risolva i problemi con la storia. L’esperienza chimica del farsi è il senso, tutto il resto è un organizzarsi per permettere questa esperienza. Pure là c’è una parte simbolica, il senso che si dà alla roba, ecc., Mentre una persona fa questo, non può fare il contemplativo. Una persona che ha le urgenze dei codici profondi o del corpo, come fa a stare in una celletta sempre chiuso in una posizione? Non può stare!

Le rappresentazioni del mistico, invece, sono in realtà un modo di risolvere, cioè di costruire la vita in positivo, nel senso che gli risolve dei problemi: il fatto che riesce a fare certe cose, riesce a fare a meno degli altri, ecc. C’è un momento in cui uno sente proprio la presenza carnale  di queste rappresentazioni, queste rappresentazioni che si incarnano nella propria vita. Il mistico è come il tossicodipendente, solo che è a livello delle rappresentazioni. Il mistico, quando ci sono i momenti positivi, sente uno sballo, poi ci sono i momenti di down, sono molto frequenti. Quindi è un simbolico, sì, però che ti risolve, ti dà una identità vitale, positiva. Potremmo dire, utilizzando l’anello del communitometro superiore, ti riesce a dare impegno, dono-regalo, progetto- opera, spettacolo.

Invece vediamo di capire cosa è il cosiddetto psicotico. Anche lo psicotico risolve le sue cose all’interno delle rappresentazioni, non a caso sono importanti i deliri, le allucinazioni (per gli altri), in realtà è un globale massimo che si forma all’interno delle rappresentazioni. Ma qual è la differenza col mistico? È che questa è una soluzione povera rispetto a un codice bio-organico e analogico che sono svuotati e vorrebbero essere soddisfatti.

Nel mistico biologico e analogico sono caput (mortificazioni,delle cose, ecc.). Il cosiddetto psicotico, invece, li vuole nutrire, ma non li riesce più a nutrire attraverso delle relazioni positive, perché lì non ci sono state relazioni adatte a lui probabilmente o le sue erano esigenze particolari. In questo caso le rappresentazioni, che poi significa comportamenti, sono una risorsa molto debole, di pochi spiccioli, per tenere a bada le grosse esigenze dell’anello diabolico, quindi poi cresce la rabbia perché non ci stanno certe cose, che porta a contestazione, a dipendenza, ecc.

Per cui capite che quando parliamo dell’anello diabolico, sono organizzazioni costruite nel tempo, in cui il simbolico, le rappresentazioni (che noi chiamiamo deliri, cose strane) per lui è quel ciuffetto d’erba a cui si è fermato per non precipitare. Però che significa? Che prima di toglierli quel ciuffetto, di dire: “voglio cancellare il delirio” (che poi questo fa la chimica con i psicofarmaci). In realtà dovrei fare un percorso di salvarlo dall’anello diabolico sostenendolo (il Metodo Alla Salutte questo fa), far venire fuori le cose, accogliendolo, e però un po’ alla volta costruire su quei codici, che è abbastanza difficile, perciò ci vuole molto tempo.

Chiaramente fatti a cielo aperto per un’ora al giorno e poi te ne vai, è difficile, occorrerebbe l’utero. Nel Progetto Nuova Specie ha una parte, quella da cui sono partito io e siete partiti voi, o perché stava male, o per la dipendenza, la dismaturità, per un fatto psicotico, per la tendenza al suicidio, quello che voi volete.

Sapete che molto spesso quando alcuni psicotici sentono le voci o i deliri mistici, in quel momento c’è la pienezza, anche se sono fuochi di paglia, fiammiferi come la piccola fiammiferaia che durano poco, ma in quello momento uno si sente, sono cose piccole, però ci sono. Anche nel cosiddetto psicotico ci sono i momenti in cui questa struttura, per quanto sia negativa, gli dà delle soluzioni, però poi scende nel momento in cui tutti i buchi che ha, le bocche che deve sfamare, chiaramente ritornano a galla, e lì si confonde di nuovo. Il cosiddetto psicotico è una persona molto sofferente, non molto malata, perché ha sofferto da molto tempo e ha meccanismi che lo impoveriscono continuamente, a differenza del mistico che è più furbo.

Perché guardate che poi il mistico, come vi ho fatto vedere, ha tanti deliri, ha tante allucinazioni, però nel campo religioso quelle allucinazioni e quei deliri sono ottimi, cioè conferma che sei una persona a modo, anzi stai avanti! Allora capite che veramente il rivoluzionario, quello che più fa resistenza e sta nella storia, e non ne vuole sapere di imbrogliarsi, secondo me è il cosiddetto psicotico. Quelli non cedono fino a quando non vedono cambiamenti adatti a loro! Hanno ragione o no a me non interessa, non è che voglio fare l’apologia o la teologia, però è così! Anche perché pagano di persona, rinunciano alla faccia, al futuro, a farsi una carriera, rinunciano al fatto che gli altri li devono giudicare bene, quello che voi volete.

Perché è aumentata la fase psicotica negli ultimi anni e aumenterà sempre di più? Perché sono sempre vite che si rifiutano di vivere in una storia che non ha più nessun senso per loro. Ora gli interventi dei Sert, dei Servizi di Igiene Mentale non servono! Nel fare la Fondazione Nuova Specie dovreste avere il senso che c’è una linfa nuova, che per intanto non è accolta, ma se circola non c’è paragone con le altre cose!

In molti di voi questo sta avvenendo: stavano dentro l’anello diabolico, trattati in un certo modo, visti come malati, aiutati a entrare nell’anello sottostante o a circolare, sono persone significative del metodo… siete, ognuno di voi! Questo che significa? Che un inquadramento di queste cose in un modo vecchio secondo me non solo punisce queste persone che già soffrono, ma non gli riconosce il valore. Perché è difficile riconoscere il valore? Perché poi la prassi sarebbe molto onerosa da sopportare. Sai quanti cambiamenti ci vorrebbero? Tantissimi! Però noi stiamo cercando di metterci, e vedete come è difficile aiutare una situazione psicotica, bisogna investire tantissimo per avere poco. Se quelle cose avvenivano durante la fase della gravidanza psichè a cielo aperto, cioè fisiologicamente, basta poco, un giorno vale mille anni; dopo mille anni valgono un giorno, questo è il difficile! Per cui uno dopo di che si sfianca, dice: “allora non si fa niente!”, e si scoraggia, che è un’altra tentazione sbagliata, perché proprio quando tu ti scoraggi, per l’altro era il test per vedere se tu continuavi.

Comunque queste sono le mie rappresentazioni, vi sto dando delle rappresentazioni per stare nel mondo di oggi senza essere del mondo ma per trasformarlo, per fare un mondo più vicino alla vita, questo è il Progetto Nuova Specie. Però un po’ dubitatene, perché sono sempre rappresentazioni!

 

Rif. COME FUNZIONA E SI MANTIENE UN GLOBALE MASSIMO ADOLESCENZIALE – I primi due anni di seminario a Sulmona, XIII Sabato di Maria – 21 febbraio 2009 – Domus di Tobia e Sara – Troia, di M. Loiacono

Trasmutare, Cervia, maggio 2024

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie