Verità mortali

Dice: “Io non capisco perché lo devo fare!”. Tu fallo perché ti è stato detto di fare! Tutti quelli che si vogliono ribellare, fanno brutta fine. La storia occidentale è piena di questi periodi simili, in cui addirittura sono stati messi fisicamente a morte delle persone.

Galileo, per esempio, stava per morire solo perchè ha osato dire che al centro c’era il sole e non la Terra, quella era una verità mortale, siccome Galileo si è fatto un po’ sotto, perché morire per una cosa che ha verificato che era così, tutti quanti avremmo fatto la stessa cosa. Ha dovuto abiurare, cioè dire: “Quello che ho scritto è sbagliato”. Hanno portato questa persona a negare quello che lui aveva verificato. Non è una cosa poi da poco, perché poi le verità non sono solo diventate alcune verità, ma anche verità di carattere astronomico, cioè cosa è il mondo, come funziona la Terra, ecc.

Perché Galileo non poteva essere accolto? Perché questa verità era un peccato mortale e quindi doveva andare a morte? Che cosa minacciava? Quale verità profonda? Scomodava una verità relativamente a Dio. Perché in questa visione Dio dove stava? Stava sopra. La visione di tipo astronomico era a fondamento di una visione religiosa per cui modificando questo, si modificava un po’ tutto.

In questo caso, il centro della vita è l’uomo, l’uomo è figlio di dio (narcisismo), quindi la Terra è il centro perché io sto al centro. Mettere al centro il sole significava dire: “Scusa, metti il sole con noi uomini?”, crollavano una serie di verità su cui si fondava l’organizzazione religiosa di allora, minacciava una visione religiosa della vita, quindi tutta una serie di certezze, ti faceva morire una serie di certezze, quindi creava panico, creava ridicolo nella gerarchia che crede a questo, ma non può essere, perché dice la verità assoluta che Dio ha rivelato solo a loro! Non è una cosa da poco. Poi è diventato altro, è diventato che persone che avevano comportamenti più liberi sono diventate streghe, ecc.

Questa modalità poi ce la siamo arrogati noi, rappresentanti di Dio sulla terra.

Rif. Corso di dinamiche di gruppo “DIN-AVV”, 22 novembre 2004, M. Loiacono

Galielo Galilei, 1826, Aristodemo Costoli

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie