TeoLab, teoria sul posto di lavoro: in “ciukina”, 28 ottobre 2021.

                                     ODIO IL CAPODANNO di Antonio Gramsci

Durante i progetti “Convinte”, tenutosi a ottobre scorso al Villaggio Quadrimensionale, sono andata a dare una mano in “ciukina”, dove Grazia, a cui faccio i più vivi complimenti, è stata referente in sostituzione di Dina che nel frattempo si occupava della conduzione alla Finestra di Babich.
Il clima che si è creato è stato da subito molto affettuoso, accogliente e stimolante.
Questo è il bello, come sempre d’altronde nell’ambiente di nuova specie, dell’andare a lavorare al V. Q., è sempre un’occasione di ascolto, condivisione, crescita personale.

Lì il cibo non è mai solo da ingerire per bocca ma soprattutto quello necessario a nutrire le nostre profondità, la nostra anima. Ancor più ora che Mariano sta portando avanti un’iniziativa nata da poco: la “Teolab”, teoria durante lo svolgimento di un laboratorio, proprio per dare valore agli individui che lavorano anche di domenica.
Quest’ultima volta ha commentato un brano di grande interesse, proposto da Mirella: “Odio il capodanno” di Antonio Gramsci, in cui, vi accenno molto ma molto sinteticamente, si preferisce dare importanza ad ogni singolo giorno, vissuto in continuità, piuttosto che a date prefissate.

Questi file, con una modica somma, sono a disposizione anche degli  esterni. Così come anche questi ultimi e tutti, man mano che  cresciamo, abbiamo la possibilità di inserirci e sperimentare, in modo circolare, tutte le esperienze in campo nel Villaggio. Un applauso di incoraggiamento.

Stefania d’Aries

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie