Scholé Globale, dal greco scholazein: oziare, fare le cose per divertimento…

Da appena due giorni si sono concluse le 5 giornate di Troia, queste, includevano anche la Scholé Globale che ha accolto ben 14 bambini e preadolescenti. È stata un’esperienza UNICA in cui ogni conduttore (10 adulti ed 1 bambina) si sono “messi in gioco “, SI, perché anche giocando si arriva all’essenza della VITA.

           

È stato ” un gioco” in cui anche gli adulti si sono rivisti nelle chiusure, nel dolore, nei desideri dei bambini. Poi, però, su queste emozioni, i conduttori hanno accompagnato bambini e ragazzi a ” fare luce”, a ” comprendere… per procedere”, perché la vita deve essere… un viaggio.

 

La scuola, come tante altre istituzioni, dovrebbe preservare e accompagnare le persone a NON FERMARSI…, ma, per saper/poter fare questo, servono competenze da patuto e non da saputo, BISOGNA saper andare, anche, OLTRE l’accumulo di conoscenze astratte. LA CONOSCENZA DEVE PARTIRE CONCRETAMENTE DALLA VITA dei bambini PER TORNARE ALLA LORO VITA, questo è il SAPERE CHE SANA, CHE RIDONA IL GUSTO DI VIVERE.

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie