PIL E-PIS sul Cantico dei Cantici, riscontro di Giovanna

Le Pillole Epistemologiche e Piste per l’arena esistenziale dal commento del libro Cantico dei Cantici

Caro Mariano ti ringrazio per tutto questo lavoro, certosino, di ricerca sulla coppia che condivido in tanti aspetti della tua ricerca. Ma non condivido la morte della coppia univoca come soluzione alla crisi di coppia. Confermo, sempre più convinta, che la forza esplosiva che potrebbe creare una coppia, non la trovi in nessuna parte dell’esistenza.
Per me la forza, l’entanglement, la fusionalita, si può esprimere solo in un rapporto a due. Certo è un rapporto che va alimentato perché, come ogni cosa, deve crescere, ma la finalità deve essere sempre quella di salvare e fortificare la coppia. Sono sempre più convinta che nessuno accetta l’intromissione di un altro/a nella coppia soprattutto se stanno in crisi. Anzi, per me questo è il motivo (non solo) che scatena la crisi nella coppia. La coppia è coppia solo se si è in due.
Queste pillole, ma non solo, mi stanno dando la conferma del grande valore che ha la coppia e proprio per questo va preservata, va nutrita, accompagnata a crescere. Sicuramente, per me la coppia, se accompagnata, non diventa mai uno scarpone che dà l’idea di qualcosa che non serve più e quindi va buttata. La coppia è un bene prezioso di questa esistenza. Purtroppo non esistono, ancora, modalità nuove di accompagnamento devoto a questa creatura. Tu hai prodotto tantissime teorie che io condivido. Forse sei l’unico che, avendo capito la grandissima importanza della coppia, ci stai lavorando da anni, attingendo anche a libri sapienziali antichi.
Sicuramente bisogna sanare prima i propri Fuk. Avere un buon rapporto con se stessi, e tu in questo sei IL MAESTRO, ma ci sono aspetti che io ancora non capisco e quindi non condivido.
La coppia non è solo sesso, sarebbe una cosa troppo riduttiva e sarebbe uno schiaffo alla bellezza, alla molteplicità, alla potenzialità, alla forza che può avere una coppia. La coppia è milioni e milioni di sfumature di vita complessa che non si possono racchiudere in un unico aspetto anche se, forse, è quello più importante, perché è quello che crea, riproduce nuova vita.
Basta mi fermo qua.
Buon risveglio.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK