IL GRUPPO MA.MA. (Materiale Maestrepolo) – Incontro del 29 aprile 2021.

Ieri, 29 aprile 2021, in forma-piatta attraverso meet, resa disponibile a tutti grazie l’intervento tecnico di Ivan che ci ha fornito il link per il collegamento, e grazie al coadiuvare di Sabrina, in qualità di referente del gruppo Ma.Ma., cioè Materiale Maestrepolo, abbiamo organizzato il primo ascolto di quest’anno. Il gruppo nasce come la sperimentazione e messa in opera di approfondimenti nella vasta gamma di teorie, fornite da Mariano, durante gli incontri a cui lui partecipa continuando ad alimentare l’albero della conoscenza con l’albero della vita insieme facendoci dono del significato ipostemologico del suo contributo specifico. Nell’ambito teorico il gruppo collabora con il Do.Fo. Rì Documentazione Formazione e Ricerca per rendere fruibili gli atti che vengono messi a disposizione di ognuno, con la significativa partecipazione anche di presenze storiche ampiamente formatesi su questo lavoro impegnativo delle deregistrazioni e sistematizzazioni.

Disegno di Amelia

Il gruppo è ampio grazie al tenerci di Sabrina alle vite di molti e offre come opportunità l’espressione di parti co-creative di ognuno nella forma che più sente vicina nel momento che vuole essere espressa, anche con meravigliosa artisticità, accogliendo e affidandoci alla spinta ascensionale per cominciare a fare una propria esperienza di teoria globale partendo dal proprio vissuto anche volendo trovare una redenzione verso la personale svalutazione. Proprio ieri l’incontro è iniziato con l’ascolto solidale di Graziana che sta travagliando un passaggio importante e profondo emerso grazie allo scambio nella relazione con Amerigo e che Mariano amorevolmente sta accompagnando come situazione. È stato molto bello riprendere alcuni elementi di teoria emersi dal Chiarilancio del giorno prima proprio a favore dei passaggi possibili nella relazione di coppia di Amerigo e Graziana, e in particolare della teoria sul meccanismo masochista che trova alleato e antagonista nell’atteggiamento sadico che giace come tale in ognuno di noi ma che proprio in una relazione si può manifestare di più e più chiaramente perché offre più elementi. Questo argomento oltre ad aver accompagnato Graziana a dar valore al suo battesimo di acqua ha accompagnato tutto il gruppo a riconoscere i limiti che subiamo ancora dai nodi che i nostri meccanismi creano e che non sciogliamo ancora. Una sorellanza e fratellanza di tante scintille metastoriche solidali per i passaggi di Graziana e per il valore che già solo lei è e come segno da intraprendere per la vita di ognuno.

Dopo i vari contributi e proposte in fermento fatte emergere già in questo primo incontro e che prenderanno forma con il nostro procedere incerto e concreto che ognuna di noi alimenta con la propria specificità, abbiamo stabilito un prossimo incontro dandoci così la possibilità di ascoltarci tutte, valorizzando lo stato quiete che ci predispone ad un avanzamento barbaro ascensionale.

A presto.

Silvia

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *