Un’alternativa al modello sanitario per il “trattamento” del Covid- 19. Riflessione di Gioele

Coronavirus? No! Mi sei CARONEvirus!

Lettere, like, ricanti, suppliche, proposte di collaborazione e richieste di amicizia al Virus!

Ho riflettuto sull’etimologia della parola 𝘰𝘴𝘱𝘪𝘵𝘦: nutrire, dare da bere al nemico, al forestiero.
È sicuro che noi abbiamo un ospite dentro e quindi un potenziale nemico.
Ho immaginato che il mio corpo fosse un castello al quale, come capitava in tempi antichi, chiede ospitalità un signore con il suo esercito, stremato dalla lunga marcia e affamato.
La nostra fortezza/corpo può scegliere di combattere questo potenziale nemico per paura di aprire le porte e facilitare un’invasione con innumerevoli razzie, ma, come ogni esercito attaccato, quello del Covid risponde agli attacchi difendendosi e tentando a quel punto di conquistare il castello.
L’altra scelta è accettare il forestiero e offrirgli la nostra miglior ospitalità come era uso nell’antichità.
Certo, dovremmo tenere conto che il nostro cibo, acqua e alloggi vanno condivisi e che i soldati possono essere prepotenti e di indole rissosa ma la gentilezza viene spesso ripagata. Le politiche estere e i commerci con l’esterno diminuiranno ma lo straniero, se sappiamo ascoltarlo, ha sempre una storia da raccontare che ci può insegnare qualcosa.
Quando gli uomini si saranno rifocillati e saranno pronti al cammino saranno loro che decideranno di andarsene, magari lasciando qualche figlio all’interno del castello come simbolo dell’unione dei due popoli.

Gioele

… mia riflessione sul Caronevirus durante la quarantena, non sapendo ancora se ero positivo, anzi, essendo certo di esserlo ma poi, scoprendo con stupore, il contrario.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie