Un’alternativa al modello sanitario per il “trattamento” del Covid- 19. Contributo di Alice

Coronavirus? No! Mi sei CARONEvirus!

Lettere, like, ricanti, suppliche, proposte di collaborazione e richieste di amicizia al Virus!

Caro Mariano,
ti scriviamo per aggiornarti brevemente della novità degli ultimi giorni.
Dopo che sono emersi alcuni casi di positività al Caronevirus a scuola, anche Alice è positiva. Ha avuto, domenica scorsa, la febbre molto alta, mezza giornata, poi è riuscita velocemente a instaurare una buona relazione con questo antenato.
Appena ricevuta la certezza ovviamente siamo stati messi tutti e quattro in quarantena.
Per quanto all’inizio ci ha posto dei dubbi e un po’ spaventato, ci siamo messi nell’ottica di attraversare e vedere che succedeva.
Alice ci ha riempito di domande e penso che entrambi, anche Andrea, siamo stati importanti per permetterle di attraversare le paure e smaltire tutti i bombardamenti a cui si è sottoposti in questo periodo rispetto al virus.
Ci ha chiesto: “Dovrò morire? Cosa succederà?”.
Con il nostro aiuto, standole vicino e dormendo con lei, – come si poteva per praticare l’isolamento lasciarla da sola in quel momento di paura? -, si è affidata ed è transitata velocemente.
Noi siamo risultati negativi al test ma sentiamo che non è importante essere negativi o positivi. La cosa importante è accogliere quello che già è. Cogliere quello che oggi può dare questo passaggio alle nostre storie di vita e vedere quale know how vogliamo, sul campo, trasferire ai nostri figli, per affrontare ciò che di inedito man mano gli si parerà davanti.
È così, questo Caronevirus non va combattuto, non lo si può certo sottovalutare ma nemmeno sopravvalutare… anzi va accolto come un segnale forte, proprio a partire da una particella così piccola, di quanto è grande il bisogno di cambiamenti profondi su tutti i piani dell’esistenza.
Noi quattro siamo nella nostra nuova casa con i suoi bei spazi all’aperto e anche questo ci sta facilitando.
Si sente che ognuno procede per la propria strada ma è un viaggio che stiamo facendo insieme.
È bello vedere i frutti di questi ultimi anni, frutti che ci spingono a procede e a cogliere il buono in ogni attraversamento.
Ti abbracciamo forte forte e ti vogliamo bene!
Antonio e Giuseppina, a quattro mani.

P.S.: Grazie per l’accompagnamento a comprendere meglio e in modo più globale questa Mondemia, in questi giorni la tua teoria è stata ancor di più preziosa e a noi cara.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie