Corso Maestrepolo, rubrica PASQUALINA: I PERCHE’ DELL’ESISTENZA. Come faccio ad accorgermi… Domanda di Moris, riscontro di Eleonora

Grazie al percorso nella Fondazione lavoriamo per mettere in relazione la nostra parte maschile a servizio di quella femminile. Ma come faccio ad accorgermi se sono diventate parti in competizione e quindi come posso rielaborare per procedere e rimetterle in armonia?

15.09.2020

Caro Moris,

Voglio ringraziarti per quello che sei, per il tuo femminile e il maschile che ti caratterizzano o meglio che ti hanno caratterizzato.

Se questo insieme di femminile e maschile non fossero state dentro di te intrecciandosi nelle relazioni, nelle dinamiche in tutti questi anni di percorso, non saremmo arrivati dove siamo ora.

I tuoi cambiamenti, guidati dal tuo essere sognatore e fatti di nuovi angoli beta (β) e poi di beta (β) gamma (γ), sono stati molto sofferti perché il quotidiano, il lavoro che hai, è un angolo alfa difficile da lasciare perché pieno di tanti vincoli che il faraone finanziario mette e che non è facile da lasciare. Ma tu non ti sei mai arreso e il tuo femminile e maschile sono stati anche molto in ascolto e a servizio degli altri, per primo della nostra famiglia e di me, e poi dell’Associazione in un momento in cui c’era confusione dopo che Silvio aveva scelto di fare altro.

 

Ringrazio quindi il tuo femminile e il tuo maschile che si sono così tanto dedicati all’esterno perché ci e mi hanno permesso di dedicarmi al mio viaggio, quando avevo perso la strada.

Hanno permesso a i nostri figli di crescere e di sentirsi un padre, una guida sempre presente con il piacere di starci realmente, tanto che oggi sei il loro eroe!

Staffolani

Ora sento che questo femminile e questo maschile puoi lasciarli; il Senex di questo vecchio legame puoi lasciarlo e dedicarti allo Juvenis di nuove parti femminile e maschile più a servizio di te e delle tue tantissime qualità che ora puoi destinare a te per primo, e continuare a fare beta  (β) gamma (γ) per come senti buono per te e con il coraggio e il tuo sognare che ti contraddistinguono.

Io ti benedico per questo cambiamento che stai affrontando e ti amo profondamente per tutto quello che diverrà.

Credo in te e nel tuo Juvenis e voglio continuare a condividere con te le nostre vite, come la vita e il suo viaggio vorrà.

Procedi con la fede che ti contraddistingue e sono sicura che queste parti non saranno più in competizione, ma in armonia ti accompagneranno sempre di più ad esprimere, come cocreatore, la scintilla dell’InDiCo che solo tu sei.

Buon procedere

Ti amo

Eleonora

Tanti auguri di buon compleanno!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie