“E’ stato bello sperimentare un modo nuovo di fare il mio lavoro”

Monfalcone 15/9/19

Ieri c’è stato l’ultimo gruppo A.M.A. globale in terra isontina, una bella terra stretta tra mare e colline del Carso, precisamente a Monfalcone, in un bel palazzetto antico, il palazzetto veneto, dove normalmente fanno mostre artistiche.

                                                   

Dalla mattina è venuto a farmi visita Emanuele, con il quale poi ho pranzato, e poi alle 16 è iniziato il gruppo, al quale si è aggiunto in conduzione Alberto che è venuto dal Veneto e poi c’erano tre cosiddetti utenti, genitori di bambini/ragazzi che ho seguito quest’anno durante il mio lavoro di neuropsichiatra infantile a Monfalcone.

                                                      

E’stato bello quest’anno poter sperimentare un nuovo modo di fare il mio lavoro, facendo un crossing-over tra un punto di vista tradizionale e quello del progetto Nuova Specie. Quando sentivo che alcuni genitori erano pronti a dilatarsi e ad accogliere un nuovo modo di approcciarsi al disagio dei loro figli, li indirizzavo ai gruppi. Si sono succeduti in questi cinque gruppi, che ho fatto da Maggio, almeno una quindicina di genitori. Due di essi, che c’erano anche ieri, G.e C., sono stati più assidui e si sono bagnati nell’esperienza. Speriamo che un domani verranno a fare una settimana intensiva.

                                                      

Ieri non eravamo in tanti, in tutto sei, ma è stato ugualmente un bel gruppo, perché mi ha permesso di sentirmi anche spirito co-creatore. E poi è anche bello quando si è in pochi perché puoi sentirti più liberamente substrima e quindi in diritto e con piacere di raccontare anche di te e di immergerti. 

Ieri ho potuto parlare di me, che sabato prossimo mi trasferirò a Vicenza e di questo passaggio forte che mi sto vivendo, sia lavorativamente parlando, perché inizierò il lavoro a tempo indeterminato, ma anche come coppia perché da un mese la coppia con Marinella è sospesa e sto lavorando di più su di me. 

                                                    

E’ bello vedere come anche persone che si sono affacciate da poco al metodo, a parte riconoscerti per quello che hai loro dato, ti sanno comprendere rispetto a quello che stai vivendo. Ancora non mi autorizzo a esprimere liberamente le mie emozioni, ma sento che giorno dopo giorno sto rompendo le mie lapidi e che sono sulla buona strada.

Ringrazio inoltre Emanuele e Alberto che in questi tre anni e mezzo di vita in Friuli sono stati per me degli accompagnatori e fratelli ontologici devoti nei momenti delicati e difficili come questo.

                                                 

Abbiamo quindi alla fine del gruppo fatto festa per la fine della mia parentesi monfalconese e poi io, Emanuele e Alberto siamo andati a cena nella splendida cornice di Sistiana, sulla costa triestina.

Oggi invece io e Alberto siamo andati nella bella e suggestiva Grado.

                                                       

Adesso mi accingo a vivere l’ultima settimana di lavoro e di vita qui a Monfalcone, poi sabato si parte per la terra veneta. 

Con amore, 

Giovanni

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie