“La speranza in ciò che ancora non manifesto mi guida silente”: buona Epifania in cui coraggiosamente manifestarsi.

Tra visibile e invisibile,

La speranza in ciò che ancora non manifesto mi guida silente.

Come un gabbiano a giorni in volo librato

Osservo e in equilibrio spesso incerto sorvolo

Sorvolo sul passato, sulla storia

Per nutrirmi di presente vitale.

A volte, scendo in picchiata

E tocco il confine tra cielo e mare.

Quanto amo il mare… e che ebrezza!

Con la paura che non sempre riesco a planare…

Ma una cosa è certa,

Lungo la strada per riuscire a volare

La salita è irta e stretta,

Ma la strada si fa solo con l’andare,

In discesa e in salita.

Solo nelle profondità

Risiede la vera fides che mi può guidare e accompagnare

Per conoscere e godere dell’In.Di.Co.

Che vincerà sul tempo,

Tiranno che domina sulle mie paure,

Perché il mio cuore quella strada irta già la conosce,

Ma è solo con la forza del cuore

Che la vera strada si riconosce

E quando con coraggio la ripercorrerà

La mia vera Itaca ritroverà.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie