Aula didattica globale “Gianna Stellabotte” (FG), mercoledì 5 febbraio 2014. EPISTEMOLOGIA GLOBALE E DINAMICHE DI VITA. Prima Settimana. Prima giornata.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS



Registro Persone giuridiche n. 429
Prefettura di Foggia









CORSO DI
“EPISTEMOLOGIA GLOBALE
E DINAMICHE DI VITA”.



Prima Settimana. 
Primo Giorno.







Il giorno 5 febbraio siamo riuniti nell’Aula didattica “Gianna Stellabotte” presso l’Ospedale D’Avanzo di Foggia.  Siamo tutti riuniti per ascoltare, apprendere ciò che il grande maestro Dr. Mariano Loiacono, fondatore del Metodo alla Salute, ci vuole trasmettere, donare durante questo Corso di Epistemologia globale, o meglio prendere ciò che noi ci autorizziamo a comprendere per crescere e sentirci adulti interi. 
Il Metodo alla Salute è appunto questo: crescita. Per potere crescere abbiamo bisogno di essere accompagnati e accompagnare. Penso che ci siamo resi conto, ovvero ci hanno fatto rendere conto i cosiddetti “psicotici”, di essere bambini non cresciuti. Siamo in molti nell’aula, come bambini, abbiamo desiderio di crescere.
Tutti siamo invitati a presentarci e a dire il motivo che ci ha spinto a partecipare; alcuni non si sono offerti da soli e chi non aveva il coraggio  è stato  chiamato a farlo. Anche io ero tentata di offrirmi come volontaria, ma mi sono trattenuta, non perché non avessi il coraggio, ma grazie al Metodo alla Salute che già frequento da circa un anno, incomincio a capire che devo sapere aspettare, ascoltare e guardare; solo se riesco ad ascoltare, osservare e contemplare posso comprendere il mio disagio, pur essendo un asintomatica. Il mio disagio è quello degli altri.

Il disagio non si esprime solo nel sintomo (cioè in colui che fuma, beve, mangia e lavora troppo) ma anche in chi non ha un sintomo chiaro e tuttavia sta male.  Il Dr. Mariano Loiacono è stato il maestro che, da solo, è partito da se stesso; ha saputo ascoltare e vivere il suo disagio con sofferenza, con dignità e con la stessa capacità con cui ascolta tutti, rispettando il Kairòs, il “tempo favorevole” di ognuno.  Egli ci indica la strada e ci spinge a scendere nelle nostre tenebre, tanto da innamorarci anche del nostro negativo, di quel buio che ci consente di vedere il positivo, la luce che è già in ognuno di noi.  Quel dio (luce) che vorremmo gli altri ci venisse riconosciuto, lo dobbiamo cercare dentro di noi, scavando.

Sono passate molte ore e il Corso sembra non iniziare mai… Eppure è iniziato. Come? Senza invadenza, con molto tatto, delicatezza e ironia. Mariano ascolta i limiti, i disagi e le “onnipotenze” di tutti. Con rispetto, si addentra in ognuno di noi, presentando non se stesso ma le sue Unità didattiche, cioè quelle che ha partorito grazie al suo disagio, alla sua frantumazione e alla sua contestazione-contrapposizione, fino ad arrivare ad un sentimento di non-vita che rappresenta la più bella e vera espressione della vita



E’ dal suo disagio che nasce il Metodo alla Salute, che oggi Mariano ci regala, ridandoci vita. Egli ci invita a guardare la seconda Unità didattica: l’Iceberg; ci invita cioè a scioglierci e guardare al di là del nostro ghiaccio. Noi, fuori, portiamo solo una parte di noi ed è pure congelata, fredda, scura, senza sentimenti, arida. La Vita è nella oscurità misteriosa e nelle nostre radici. Ognuno di noi ha difficoltà a scendere nelle sue profondità poiché ci fermiamo al razionale, al mentale, senza utilizzare altri codici antenati. In sostanza non ci visitiamo, vogliamo guardare tutto dalla cima della Piramide, senza avere una base solida. Egli ci invita a cambiare il  nostro punto di vista e a partire dalla base della Piramide (ossia dal rapporto con se stessi), dalle crisi  e dalle oscurità che sono tutte opportunità per crescere. 


La vera crescita si manifesta con la rabbia, col distinguerci, col separarci dall’altro tanto da saper stare anche da solo, senza sentire la solitudine, essendo cioè uno e trino: Padre, Figlio e Spirito. Mariano ci sta aiutando a trovare la strada sapendo che abbiamo una nostra luce e possiamo intrecciare i nostri me.me. (mediatori metastorici) con quelli degli altri. 
Dopo nove ore di attesa, la protagonista del corso, Barbara Loiacono si inserisce, accompagnata da suo padre. Si dimostra sicura e padrone della scena
 
Ci presenta il creatore dell’Epistemologia globale, il Dr. Mariano Loiacono, attraverso un puzzle. Ci mostra gli organi che ha utilizzato per fondare il Metodo alla Salute, cioè un organismo intero, dove girano attorno ad esso tanti organi e tante organizzazioni che sanno scambiarsi le parti.
Franca

2 Commenti

  1. betta fenu

    Siete metastorici, un vero laboratorio di codestorming, che si evolve sempre negli anni e si arricchisce di storia…
    Avanti tutta!

    Barbrara e Mariano siete grandi! :)))
    um mega abbraccio

    Betta

  2. Sandrasa V.

    … e vai Barbara son contenta di vedere il tuo viso ora così pieno di luce!un affettuoso abbraccio Sandra

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie