Canosa (BA), lunedì 12 agosto 2013. IL MIO BILANCIO GRAFICO DEL CORSO “APPROCCIO GLOBALE ALLA COPPIA”. Contributo di Sabino Princigalli.

BILANCIO GRAFICO DEL CORSO
“APPROCCIO GLOBALE ALLA COPPIA”
DI SABINO PRINCIGALLI.
Dopo il corso “Approccio globale alla Coppia” dopo diversi giorni non riuscivo a sintonizzarmi con me stesso per fare un bilancio del corso, ma evidentemente dopo circa tre settimane che le cose si sedimentarono mi venne da disegnare e mi lasciai trasportare dal mio estro creativo.
 
Realizzai così due  disegni, due immagini che a primo impatto dopo averle ultimate non mi resi conto da subito del loro significato più intrinseco, solo poco dopo averle osservate con più attenzione mi resi conto che in realtà non erano altro che il significato del mio percorso intrapreso nel 2006 col Metodo alla Salute e che continua a tutt’oggi.
 
Ebbene sì lasciandomi guidare dalla scia creativa che risaliva da me, sono riuscito ad esprimere ciò che io sono al di la di ciò che è già stato e di ciò che sarà, realizzando questo autoritratto è qualcosa che va al di là di ciò che si vede nel quadro va al di la dei colori delle forme e dei simboli presenti perché è un immagine di me stesso di ciò che è dentro di me.

Infatti è un Autoritratto metastorico


  
Nell’immagine le due spighe di grano simboleggiano, dato che sono due, la coppia che sono riuscito a fare con me stesso, con il mio maschile e il mio femminile, quindi sarebbe la coppia che ognuno di noi può fare con se stesso e come vedete sono sospese nello spazio di un cielo stellato buio, da dove sono nate cioè dalla meiosi, poi tra le mani tengo una cordicella la “Fides ossia la fiducia per la vita che è indispensabile per farci andare al di lá di ció che viviamo rimanendo ai margini del caos, gli occhi sono chiusi come nel quadro di Michela Garbati (“Transizione equilibrata”) che nonostante sono chiusi affidandosi al femminile che é in ognuno di noi simboleggiato dal colore fucsia dello sfondo ci si affida al viaggio di opposti tra il buio e la luce e quindi all’inedito.
 
L’immagine presenta gli opposti il buio, la notte, la luce e il giorno nel loro ciclo cosmico di cui facciamo parte contemplati in un tutt’uno (intero) con la vita grazie alla forza del femminile che genera e crea nuovi intrecci vitali rappresentati dalle forme sullo sfondo fucsia.
 
Le orecchie le ho disegnate volutamente più grandi per esprimere la parte femminile che sa ascoltare in ognuno di noi e che ogni maschio di ogni cultura dovrebbe saper usare.
 
Infine il quadro esprime nella sua globalità un senso di vuoto interiore e di libertà d’animo.
Invece questa seconda immagine  l’ho chiamata: Globnauti in viaggio verso la filogenesi.


Questo quadro è arricchito di una speciale tuta del femminile con le relative antenne della lumaca che ti permette di essere un globnauta in viaggio con altri globnauti (tutte le sfere fucsia che vedete con le antennine) verso la filogenesi, si è vero mi sono messo in primo piano con i simboli dell’altra immagine di prima ossia con la cordicella, gli occhi chiusi, le spighe di grano e le orecchie grandi che ho già spiegato, ma l’ho fatto come gesto di solidarietà per dire che ognuno di noi deve sentirsi protagonista per andare insieme con gli altri verso l’intero con senso di umiltà rappresentato dal colore marrone dello sfondo dello schienale per Intrecciare, creare e costruire un mondo più vivibile e più civile più vicino alla Metastoria.

Buona estate,

Sabino Princigalli

2 Commenti

  1. Unknown

    GRAZIE PER LA TUA SPECIFICITA'!

  2. filippo

    oh Sabino, belli i tuoi lavori, sei un bravo artista.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie