Esine (BS), mercoledì 19 dicembre 2012. LETTERA DI MASSIMILIANO ALL’ON. NICHI VENDOLA.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS


Presidente Dr. Mariano Loiacono
  
LETTERA DI MASSIMILIANO
ALL’ON. NICHI VENDOLA
Esine (BS), mercoledì 19 dicembre 2012

Egregio Presidente Vendola,
 

sono uno dei “matti” transitati per il CMS di Foggia diretto dal Dr. Loiacono, e le scrivo perché seguendola come politico so che le sta a cuore il problema della manicomializzazione, come pure il problema Loiacono“.

Sette anni fa cominciai a vedere che stavo male: avevo disturbi dell’alimentazione; poi con l’aggravarsi iniziai a praticare atti di autolesionismo e a fare uso di sostanze stupefacenti.

Le prime terapie psichiatriche tradizionali che mi furono proposte non ebbero grande effetto, e così, in seguito a un episodio psicotico, feci esperienza di un trattamento sanitario obbligatorio; all’epoca ero borsista presso l’Università di Napoli Federico II e dopo pochi giorni che ero stato dimesso discussi lo stato di avanzamento della tesi di dottorato imbottito di farmaci antipsicotici e altre droghe.

Terminata l’università seguirono terapie sempre più pesanti che avevano il solo effetto di farmi dormire di continuo, di farmi aumentare di peso a dismisura, di farmi chiudere sempre più rispetto alle relazioni al punto che evitai a lungo di uscire di casa perché non sapevo se dire buongiorno o buonasera ai passanti.

Due anni fa iniziai a seguire il Metodo alla Salute del Dr. Loiacono, che non prevede l’uso di farmaci,  bensì fornisce all’individuo gli strumenti per lavorare sulle sue relazioni fondamentali
Oggi non assumo più psicofarmaci e mi sento libero dai nodi del passato. Il Metodo alla Salute è diventato per me un percorso di vita, che cerco di portare nel rapporto con la mia compagna, nella mia attività di ricerca, e che sento mi potrà essere di aiuto nel fare da padre alla bambina che aspettiamo.

A mio parere di utente il Metodo di Loiacono è un percorso terapeutico e di crescita frutto di  una base teorica solida e più adulta rispetto al modello della psichiatria tradizionale, ma è anche un cammino impervio per i casi più rischiosi quale io sono stato: le scarse risorse a disposizione del CMS sono spesso già insufficienti per fronteggiare le numerose situazioni gravi che giungono al centro e che comunque hanno diritto al trattamento.

In Italia, ancor più che all’estero, sono poche ed economicamente gravose le alternative a disposizione di coloro che si trovano in condizioni di disagio grave e non si arrendono alla cronicizzazione inflitta dalle cure tradizionali;  l’alternativa di Foggia ha il pregio di articolarsi in una struttura pubblica, di cui possono beneficiare anche i cittadini meno abbienti.
 
Se l’Assessorato alla Sanità non consentirà la continuazione dell’attività del Centro molti utenti non potranno più beneficiare del trattamento. Le chiedo di assumersi la responsabilità di ciò che sta accadendo: lei può evitare che il centro chiuda, e può permettere così a tanti altri come me di andare al di là della loro storia chiusa. 

Massimiliano

2 Commenti

  1. Angelo

    Massimiliano sei stato davvero efficace. In poche battute hai comunicato un'esperienza di dolore e di speranza, di teoria e prassi che nessun 'uomo di buona volontà' (Vendola compreso) può disconoscere. La risposta che è arrivata dalla Regione Puglia seppur positiva è parziale. Farebbe bene l'On. Vendola a partecipare ad una delle tante giornate che si vivono al CMS ed ancora meglio se si facesse un' "intensiva" o un corso… sono convinto che le storie (e sono tante) nate al CMS avrebbero maggiore cittadinanza e tutti saremmo più propensi a considerarci cittadini di una Res/publica democratica e fondata sulla sovranità popolare e non sulle lobby.

  2. Silvio Boldrini

    GRANDE MASSIMILIANO!!!!!!!!!!!!!!!!
    La tua lettera è scritta molto bene, sei riuscito a comunicare in modo preciso ed essenziale, riuscendo allo stesso tempo a dare il senso profondo del tuo percorso e dell'importanza del metodo per la tua vita.
    Credo che anche tua figlia è contenta che hai scritto questa lettera.
    Un abbraccio a quel bastardo di un fisico di mio fratello..
    Silvio

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie