Romano D’Ezzelino (VI), sabato 01 dicembre 2012. LETTERA DI ISAIA CITTON ALL’ON. NICHI VENDOLA.


EMERGENZA CMS DI FOGGIA.



LETTERA DI    ISAIA CITTON, IMPRENDITORE, 
Ex PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE ALLA SALUTE – VENETO-
 ALL’ON. NICHI VENDOLA.  


Egregio Sig. Presidente Nichi Vendola,

sono Italiano e Veneto, ho 55 anni, sono stato consigliere comunale nel gruppo di centrosinistra , sono Artigiano, padre di quattro figli, sposati, e nonno di sette nipotini,
le scrivo a riguardo del Centro di medicina sociale Ospedali Riuniti di Foggia, so che da parecchio tempo le sono state inviate tantissime testimonianze e sollecitazioni per quanto riguarda la futura chiusura, non mi risulta che lei ed i suoi collaboratori siano minimamente preoccupati per ciò che sta accadendo, pur essendo alla guida della sua regione
Proprio domenica 18 novembre, scorso ho assistito alla sua intervista su RAI3 in mezz’ora lei parlava della questione morale delle carceri, dicendo che ci vorrebbero piuttosto più assistenti sociali, quando nel Centro di Medicina Sociale della sua regione, da oltre trent’anni il Dr. Mariano Loiacono lavora aiutando le persone ad uscire dal disagio e quindi ad uscire da meccanismi di violenza o dipendenza senza l’aiuto ne di psicofarmaci né di assistenti sociali a pagamento, ma con un lavoro su di sé e sul proprio contesto familiare/sociale
Così se lei non ne vuole proprio sapere neanche di conoscere il preziosissimo lavoro del Dr. Loiacono e degli ormai tantissimi volontari sparsi anche in tante regioni italiane,
probabilmente lei forse desidera… aver bisogno dell’ assistente sociale. 
Lei, diceva che la politica deve stare lontana dai poteri forti, lo dicono in tanti, ma solo se non sono di loro dominio, altrimenti non si spiegherebbe come mai un Centro di alto valore umano, sociale e scientifico il quale produce attivo all’interno dell’azienda ospedaliera, venga costretto alla chiusura per il mancato rinnovo del contratto ad un aiuto medico, semplicemente perché … e lei lo sa benissimo il perché …forse nel centro di medicina sociale non si usano i FAMOSISSIMI-COSTOSISSIMI, PSICOFARMACI che sono prodotti E VENDUTI da chi? Ahh….. ma quelli non sono poteri forti ? in mano a CHI?
Lei che da parecchio governa la sua regione credo lo sappia benissimo, ma non abbia la voglia o il coraggio di dire pane al pane….
 
Diceva ancora, che bisogna prendere la difesa del popolo palestinese, mi sembra proprio comodo spostare il vero problema anche Italiano che ormai la crisi, quella vera ci spingerà a vedere quali sono i veri problemi, anche quelli di uno STATUS QUO gestito dalla politica il quale ha solo interesse che le cose rimangano come sono, finchè ci sono dei polli (cittadini onesti da spennare), i Politici di mestiere saranno gli ultimi a mollare l’osso…i loro interessi di casta. 
Mi auguro che questo accada presto così potremmo salvaguardare l’ambiente di cui lei tanto parla ….. di volersene curare, rimanendo però cieco, sordo e muto di fronte alle richieste di un popolo che le chiede di usufruire di un centro di medicina sociale di così alto livello dove la natura, l’osservazione ed il rispetto di come funziona la vita sono le basi del metodo del Dr. M. Loiacono.
 
Diceva anche che alla sinistra stanno a cuore i bambini ed i disabili, fosse vero anche per lei, dovrebbe essere uno stimolo in più perché il Dr Mariano Loiacono è anche membro della commissione di GIÙ LE MANI DAI BAMBINI, forse a lei interessa creare dei posti di lavoro considerandoli ammalati, problematici, quindi da curare, con psicofarmaci e con l’assistente sociale senza rendersi conto che se i bambini stanno male, dovremmo interrogarci quanto e come il mondo adulto li sa ascoltare-accompagnare nei loro veri bisogni
Noi dell’Associazione Veneto ci stiamo organizzando per una settimana di accompagnamento-corso genitori-figli “dentro all’utero e a cielo aperto” condotto dal Dr Mariano Loiacono a nostre spese, perché sappiamo che la formazione è di altissimo livello, e là dove è potuta arrivare ha prodotto grandissimi benefici e tutti verificabili se ne sarà interessato.
 
Io stesso sono disposto ad accompagnarla a vedere e toccare con mano tante situazioni.
 
Sono convinto che non le frega niente e che non si degnerà di rispondermi, ma se vorrà, forse può fare ancora molto per i suoi concittadini, la sua regione, molto di più di ciò che neanche può immaginarsi. 
Distinti saluti,
Isaia Citton. 
Romano D’Ezzelino (VC)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie