Portici (NA), domenica 14 ottobre 2012. GRUPPO ALLA SALUTE IN CAMPANIA, raccontato da Mimmo Ambrosio.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS

Presidente Dr. Mariano Loiacono

GRUPPO ALLA SALUTE
IN CAMPANIA,

A PORTICI,
DOMENICA 14 OTTOBRE 2012.

Si è svolto di nuovo il G. A. S. Campania a Portici a casa di Enzo e Maddalena, sono intervenuti Mimmo, Lucia, Annamaria, Lalla, Ali, Lea ed era presente anche Enzo amico di Maddalena e medico psicoterapeuta.

All’incontro hanno partecipato ed aiutato Maddalena nella conduzione: Giovanna Velluto e Gina Napoletano arrivate da Foggia per trascorrere alcuni giorni a Napoli
Sono state effettuate le varie fasi del Graal in modo molto leggero anche per dare ai nuovi il modo di poter entrare pian piano a capire il metodo alla salute. Io credo che la presenza di persone di provata esperienza nel Metodo (Giovanna e Gina) sia stato molto d’aiuto poiché sono riuscite con poche parole a spiegare meccanismi  di vita che noi presi dalla frenesia quotidiana non saremmo mai riusciti a spiegarci come ad esempio il periodo di allontanamento consigliato nei rapporti cosiddetti “simbiotici. Almeno io consideravo la cosa assurda poi Giovanna mi ha fatto capire che l’allontanamento serve a metterci alla prova senza le stampelle di appoggio che possono essere mogli, figli etc. e quindi vediamo un pò in noi stessi e ciò che da soli riusciamo a fare anche cercando di avvicinarci a noi stessi.

Ci sono state nel gruppo molte interazioni e partecipazioni specialmente da parte dei nuovi. Ci sono state 5 immersioni molto profonde che hanno smosso tante emozioni in noi tutti. In quasi tutte è emerso il nostro mancato accompagnamento  in quanto abbiamo usato i poveri strumenti datici in dotazione con tutte le conseguenze del caso. In alcuni casi è venuta fuori un’ambivalenza di comportamenti e false verità dette ai figli i quali con la loro sensibilità hanno dimostrato la loro sofferenza col disagio. In altri è venuto alla luce l’allontanamento dei familiari di fronte all’iniziativa di effettuare un cambiamento di stile di vita poiché visti dal di fuori i cambiamenti ci rendono strani e ci fanno essere considerati fuori di testa. Molto è stato il dolore ed i sopiti sensi di colpa che sono venuti fuori, e proprio l’immersione di M. che con tanto coraggio dopo 2 anni è ritornata a casa sua ci ha fatto capire quanto sia lento il riprenderci ed elaborare parti della nostra vita che ci hanno segnato nel profondo.
 

Ma è anche vero che l’impegno vero ed il mettersi in gioco danno i loro frutti positivi proprio come L’esperienza di M. ed E. ci dimostra. La cosa più difficile risulta essere, nonostante la risoluzione di alcuni problemi, lo scoprire noi stessi, avvicinarci a noi perdonarci e riuscire a vincere i sensi di colpa. Cose sicuramente queste un poco difficili da attuare ma non impossibili se vi è l’apporto di una buona rete che noi tutti stiamo cercando di attuare in Campania. Auguro a tutti una piena riconquista di salute.
 

Abbracci,

Mimmo

 

1 Commento/i

  1. Unknown

    Davvero un bel post.
    Leggerli mi fa sentire vicino a Napoli anche dalla valle.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie