Jesi (AN), lunedì 4 novembre 2012. LETTERA DI BENEDETTA PALMIERI ALL’ON. NICHI VENDOLA.

onlussalute@libero.it
www.nuovaspecie.com



iscritta
ai sensi della L. 266/91 – L.R. 48/95

nel Registro regionale delle organizzazioni di volontariato
con Decreto dirigenziale n.20 TSG05 del
28/02/2007.
Cod. fisc.: 90032770415. Presidenza tel.: 328-6147257

LETTERA DI BENEDETTA PALMIERI,
REDATTRICE DI “LIMAX”,
ALL’ON. NICHI VENDOLA

Jesi, 04-11-12
 

Egregio Presidente Nichi Vendola,

MI RITENGO FORTUNATA!
Tre anni fa la vita mi ha fatto imbattere nel CENTRO DI MEDICINA SOCIALE di Foggia, e non posso che benedire quel giorno che mi ha ridato una nuova possibilità di ricominciare a vivere.

NON ESAGERO CERTAMENTE!!
Il METODO ALLA SALUTE, e ovviamente il Dr. Mariano Loiacono, sono stati per me un vero punto di partenza che mi ha rimessa in carreggiata dopo anni di buio e morte che affossavano le mie lunghe e interminabili giornate.

Un NUOVO PUNTO DI VISTA questo è stato ed è tutt’ora per me il percorso, che anche con tante difficoltà, ho cominciato a intraprendere prima da sola poi con i miei familiari.

Non esagero certamente quando dico che qualche mese prima di conoscere il Centro di Medicina di Foggia sono stata ricoverata con una diagnosi neanche ben chiara agli stessi medici, che oramai, senza neanche essere stata messa al corrente, mi avevano condannata a rimanere legata a psicofarmaci che secondo loro erano piccoli “aiutini blandi” indispensabili per uscire dalla mia “malattia mentale”.

Oggi finalmente posso dire di essere stata fortunata: non sono più una “diagnosi”, ma una DONNA che oltre a riprendersi la propria vita, oggi, grazie all’ accompagnamento costante delle persone che come me hanno intrapreso questa esperienza, alla devozione del Dr. Mariano Loiacono che mi ha dato tante possibilità di crescita anche grazie alla realtà che negli anni si è costruita nel CENTRO DI MEDICINA SOCIALE, ho degli strumenti validi per poter accompagnare i miei due figli, la mia famiglia e le tante persone che sempre di più si stanno allontanando dalla propria vita.

Non esagero certamente se dico che il mio star male si è potuto trasformare in qualcosa che non mi chiude più dentro un circuito di morte, ma genera in me e negli altri un continuo evolversi nella vita.

Non ESAGERO nel dire che IL CENTRO DI MEDICINA SOCIALE NON PUO’ MORIRE e che persone come lei hanno il “dovere” di tutelare una realtà che da anni sta coinvolgendo tutto il territorio italiano!
 

Basterebbe veramente poco!
Confido in una sua sincera risposta.
 
Cordialmente,

 Benedetta Palmieri


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie