Caserta, martedì 6 novembre 2012. LETTERA DI ELISA LONGO ALL’ON. NICHI VENDOLA.


FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS 
Presidente: Dr. Mariano Loiacono








EMERGENZA CMS  DI  FOGGIA.

LETTERA DI ELISA LONGO
ALL’ON. NICHI VENDOLA.
UNA LUCE NEL  BUIO. 

La storia di mio figlio Luigi è iniziata al nido quando, già al secondo giorno dalla nascita, un’infermiera mi ha detto che il  bambino era nervoso.
In  seguito, all’asilo,  è stato diagnosticato iperattivo, con problemi comportamentali, con necessità di insegnante di sostegno e con lieve  deficit intellettivo. 

In prima elementare la sua insegnante disse che il bambino era  molto intelligente, ma con problemi relazionali.

Sono seguiti accertamenti in neuropsichiatria infantile, dai  quali  non è risultato niente di fisico: logopedia, ippoterapia, sport e poi…. 
Il  primo ricovero a circa 9 anni per un fortissimo mal di testa  di origine nervosa e le prime gocce di psicofarmaco, sospese dopo tre mesi. 
Poi, a 14 anni, la seconda crisi e da lì gli psicofarmaci, per un po’ sostituiti  con  rimedi  omeopatici (che non hanno dato  risultati), e poi i ricoveri al CIM e poi i TSO e poi … e poi… il dolore, la paura sua e nostra, noi di lui e lui di noi, e poi  l’arroganza di alcuni medici e la richiesta a me madre di rassegnarmi e di non aspettarmi nessun miglioramento da un ragazzo di appena 20 anni che, per loro doveva rimanere con i  farmaci a vita.


Lui non li voleva e si opponeva con la possibilità di farlo  ricoverare al manicomio giudiziario. 

Ma nel profondo del mio cuore sapevo che non era quella la verità, ci doveva essere un’altra  strada e dopo aver maledetto il cielo un giorno gli ho detto che  doveva farmi questo miracolo: farmi stare bene Luigi senza medicine. 

Tutti i medici dicevano che non era possibile e invece ho  trovato  il Centro di Medicina Sociale del Dottor Mariano Loiacono.  

Ora sono 15 mesi che Luigi non prende farmaci e migliora ogni giorno di più. 
Il disagio di Luigi è stato considerato non una malattia ma il sintomo di un disagio che esisteva all’interno della famiglia e pertanto, mi sono messa in gioco per prima io, poi mia figlia; il padre non ancora.
In trattamento stanno in primis i parenti dei portatori di disagio e  solo quando i parenti migliorano il ragazzo migliora. 
Ora non ho  più paura di mio figlio che mi abbraccia di nuovo e mi cerca. 

E’ un Metodo semplice, basato su una verità assoluta: ogni  uomo  nasce sano, intero, se poi ha un disagio questo è dovuto a cause  esterne che vanno ricercate e spiegate. 
Spesso vengono fuori verità inconfessabili! 


Il dolore, la rabbia, attraverso questo metodo vengono buttati  fuori per poi essere elaborati e non messi a tacere con le medicine.

Auspico pertanto che l’intelligenza delle persone di buona volontà  che possono determinare la continuazione di questo centro di eccellenza, in primis umana, si adoperino per esso, per noi e per  quanti in futuro dovessero trovarsi in difficoltà e voler risolvere  definitivamente i propri  disagi.
Una  mamma 
 ELISA  
Elisa  Longo  
Vitulazio (CE)  
Viale  Dante  N. 3

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie