Bastogne (BELGIO), venerdì 16 novembre 2012. LETTERA DI VIVETTE GAZZANO, ASSISTENTE IN FARMACIA NELL’OSPEDALE VIVALIA (PROVINCIA DI LUSSEMBURGO), ALL’ON. NICHI VENDOLA.

Hôpital Vivalia
Province du Luxembourg (B)

LETTERA DI VIVETTE GAZZANO,
ASSISTENTE IN FARMACIA
ALL’OSPEDALE VIVALIA
(PROV. DI LUSSEMBURGO – BELGIO),
ALL’ON. NICHI VENDOLA.
 
Bastogne, 16/11/2012

Egregio Presidente,

Le scrivo per parlarLe dell’eventuale chiusura del Centro di Medicina Sociale di Foggia.


Mi chiamo Vivette Gazzano, sono figlia di piemontesi emigrati in Belgio negli anni 50, sono nata in Belgio e quindi ho la doppia cittadinanza e mio marito, Vito Recchia, è originario della Sua terra, più precisamente di Noci in provincia di Bari.

Ho 59 anni e lavoro da 34 anni come assistente in farmacia nell’ospedale Vivalia in provincia di Lussemburgo, dunque conosco molto bene il mondo della sanità e Le posso assicurare che il Belgio offre un sistema sanitario di eccellenza in confronto ad altri paesi. Però l’ambito della psichiatria è delicato e come sola risposta è sempre più frequente l’uso di psicofarmaci somministrati anche a ragazzi molto giovani, inutile dire che diventa per loro un ingranaggio dal quale è difficile uscire e mi rattrista vedere come i medici vengono sempre più corrotti dalle case farmaceutiche!
 
Purtroppo viviamo in un mondo incivile che non dà più ascolto e mette a tacere le emozioni dei nostri giovani imbottendoli di psicofarmaci costosi e soprattutto dannosi per la loro salute, questa è la triste realtà! 

Ho conosciuto il Dr. Mariano Loiacono tramite le mie figlie ed è stato un’esperienza molto positiva. Ha anche tenuto una conferenza molto gradita qui in Belgio e se oggi è un Metodo nazionale, non tarderà ad essere internazionale.
 
Ormai sono 5 anni che frequento l’esperienza del Metodo alla Salute e posso dire che mi ha cambiato la vita dandomi strumenti di crescita personale e familiare perché anche famiglie cosiddette normali” possono scoppiare, basta guardare gli eventi che succedono intorno a noi, questa solitudine disperata.
La Puglia deve essere orgogliosa di avere una struttura così innovativa unendo gli Italiani dal nord al sud con Associazioni che si stanno sviluppando in tutt’Italia e Le assicuro che sarebbe un brutto errore lasciarsi scappare un uomo di valore come il Dr. Loiacono.
 
Com’é possibile chiudere un centro come questo?
 
Seguo la politica italiana e Lei mi sembra una persona sensibile ed aperta e per questo mi rivolgo a Lei, spero non mi deluderà.
 
Con rispetto e anche molta speranza Le porgo i miei saluti più sinceri,

Vivette Gazzano 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie