Ancona, venerdì 2 novembre 2012. LETTERA DELLA DOTT.SSA MICHELA GARBATI ALL’ON. NICHI VENDOLA.

onlussalute@libero.it
www.nuovaspecie.com


iscritta
ai sensi della L. 266/91 – L.R. 48/95 nel Registro regionale
delle
organizzazioni di volontariato con Decreto dirigenziale n.20 TSG05 del
28/02/2007.
Cod. fisc.: 90032770415. Presidenza tel.: 328-6147257

LETTERA DELLA DOTT.SSA

MICHELA GARBATI, SOCIOLOGA,
ALL’ON. NICHI VENDOLA

Egregio Presidente,
 

Le scrivo per informarLa, anche se credo che Lei già sappia di quanto sta accadendo ad una realtà importante presente nel territorio pugliese e precisamente a Foggia.
 
Il Centro di Medicina Sociale degli Ospedali Riuniti di Foggia sta per chiudere e con esso una realtà che ha salvato numerose vite e famiglie, compresi bambini di ogni età.
 
Da parecchio molti si stanno mobilitando per avere un incontro con Lei ed essere aiutati nel poter trovare una soluzione in merito, ma le  risposte fino ad oggi sono state nulle.
 
Ritengo che tale atteggiamento è un segno di onnipotenza e presunzione di fronte a  numerose persone che vorrebbero essere tutelate o almeno sentire che qualcuno ci sta provando.
 
Credo che con questo silenzio stia uccidendo numerosi individui che hanno attinto dal CMS grazie al Dr. Mariano Loiacono una speranza riguardo alla possibilità di ritrovare la propria vita

Sono 8 anni circa che conosco questa realtà ormai conosciuta e stimata anche all’estero, eppure proprio in “casa” si rifiuta una ricchezza del genere. Qui non si tratta di soldi ma di vita, qui non c’è chi si arricchisce ma chi crede nella possibilità di migliorare la condizione di chi soffre, qui c’è gente che vuole continuare a credere che oltre all’economia c’è ancora chi ama semplicemente la vita e ci crede.
 

Ho 30 anni e tre figli; sono sposata, laureata in Sociologia. Faccio parte dell’Associazione alla Salute ONLUS Marche che è nata per sostenere persone in difficoltà e non solo; posso assicurarvi che se non fosse stato per il percorso fatto al Centro di Medicina Sociale e alle competenze profonde, senza dimenticare la  stimata sensibilità del Dr. Mariano Loiacono la mia vita avrebbe fatto SCHIFO.
Ho una situazione familiare molto difficile: con un padre alcolista ed una madre assente. Quando è nata la prima mia figlia, che oggi ha nove anni, ho iniziato a soffrire di attacchi di panico e di un’ipocondria che non mi lasciava tregua; mio marito a suo tempo totalmente assente e sofferente, mia figlia piccola costretta a vivere e respirare una situazione piuttosto precaria. Le garantisco che se non fosse stato per questa esperienza non so che fine avrei fatto, oggi dove sarei stata e non di certo sarei rimasta con mio marito con il quale ho avuto altri due figli e che oggi siamo molto diversi e in grado di fare da genitori e non solo. Abbiamo delle competenze che solo grazie a questa esperienza abbiamo potuto maturare e che sono fondamentali per la nostra vita e quella di chi ci sta attorno. Non soffro più di attacchi di panico e di ipocondria, amo la vita e la mia famiglia. Potrei  aggiungere molto ma solo se trovassi qualcuno veramente sensibile ed interessato potrei continuare con la mia testimonianza, per questo non sapendo neppure se la mia lettera sarà presa in considerazione e letta, io preferisco per ora fermarmi qui.
 
Credo che debba essere fatto qualcosa per non far morire questa realtà che sta permettendo  molti di continuare a credere nella vita e ad imparare a riprenderla in mano propria con amore e gioia, la mia esperienza non è un miracolo è solo grazie al Metodo alla Salute e alle competenze del Dr. Loiacono che oggi posso dire che è possibile ritrovare se stessi.
 
Non uccidete questa speranza.
 
Distinti saluti,

Dott.ssa Michela Garbati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie