Francavilla Fontana (BR), venerdì 5 ottobre 2012. EMERGENZA CMS DI FOGGIA. LETTERA DI LELE DELLA COMUNE DI URUPIA.

 
La Comune di Urupia
Francavilla Fontana (BR)
EMERGENZA CMS DI FOGGIA.
 LETTERA DI LELE
DELLA COMUNE DI URUPIA. 
 

Care amiche e cari amici,

vi scrivo per sollecitarvi cortesemente a firmare la petizione on-line in oggetto della quale questo è il link:

Come avrete notato è raro che da mee da Urupia in generale – vi arrivino e-mail con richiesta di adesione a qualche petizione, o che le troviate postate sul nostro sito (in tempi più o meno recenti ricordo che solo Mag6 abbia avuto tale “onore”). Non starò qui a fare la storia del Metodo alla Salute o del Centro di Medicina Sociale di Foggia o del Dr. Mariano Loiacono. Non mi compete; inoltre materiali, storia, tantissime interviste, conferenze ecc. li trovate già sui siti:
 
In particolare, dati pensieri e idee che ci accomunano, vi chiedo di soffermarvi sul concetto di disagio diffuso: sono sicuro che lo riconoscerete come familiare.
 
Io posso solo portarvi la mia personale testimonianza di persona in trattamento dalla metà di maggio 2012, che sta entrando un po’ alla volta nel Metodo come cosiddetto asintomatico (ma io preferisco definirmi disagiato “diversamente sintomatico”).
Sono approdato al CMS di Foggia in una condizione personale frantumata e interiormente “anestetizzata”. Col Metodo, un po’ alla volta e a tappe cadenzate, sto lentamente ma stabilmente ritrovando i pezzi della mia vita sparpagliati qua e là… Il Metodo non si esaurisce certo nel CMS di Foggia o nei Gruppi, ma quel luogo specifico rappresenta ancora oggi il cuore pulsante del Metodo stesso, il depositario di tutta o quasi la sua memoria storica, e soprattutto l’unica struttura pubblica dove esso viene praticato con uno staff medico e volontario disponibile ogni giorno, al costo del solo ticket sanitario.

Vi sono costantemente persone con gravi disagi cosiddetti “psicotici”, “nevrotici”, “psichiatrici”, ecc., persone con disagi legati a dipendenze varie tra cui anche quelle da psicofarmaci, sostenute nel travaglio da uno staff professionale di enorme umanità e dalla rete sociale di coloro che partecipano ai Gruppi alla Salute. Un enorme know-how fatto di relazioni, sensibilità e metodo – teoria e prassi – : il Metodo alla Salute non è una tecnica, ma un approccio globale – anche storico e culturale – alla vita e all’origine dei disagi.
 
Tutto questo lo vedo e lo testimonio. E non sono l’unico abitante di Urupia che sta frequentando il Metodo: oltre a me altri quattro adulti sono ora coinvolti; alcuni di noi abbiamo partecipato anche con i nostri bambini; altre comunarde a breve si affacceranno al CMS.
 
Ma il CMS è stato condannato a scomparire. Come molte altre esperienze sperimentali e non ordinarie-ortodosse che hanno cominciato a trovare spazio nelle strutture pubbliche alcuni decenni fa, anche per il CMS di Foggia sembra che i vertici di competenza – Regione Puglia e Azienda Ospedali Riuniti – abbiano semplicemente aspettato l’occasione per spegnere il tutto col minor rumore possibile. Si attende che il Direttore Scientifico del Progetto (Mariano Loiacono) vada in pensione dal 1° gennaio 2013 e intanto non si rinnova né si rende a tempo indeterminato il contratto al Medico responsabile del reparto (Giovanni Chiariello), lasciando moltissime situazioni disagiate – comprese quelle in riduzione o sospensione assistita degli psicofarmaci – senza alcun riferimento.
 
Basterebbe un contratto per il medico responsabile ed una consulenza per Loiacono: cifre irrisorie per l’azienda ospedaliera e Regione, e inferiori a quella di un singolo paziente ricoverato e psichiatrizzato con farmaci secondo l’approccio convenzionale!
 
La lettera di Loiacono, che riporta l’atteggiamento di Presidente della Regione e vertici dell’Azienda Ospedaliera è più che esplicativa

http://www.nuovaspecie.com/IT/documenti/miscellaneo/LETTERA A VENDOLA

Non so quanto queste petizioni oggi funzionino; possono essere uno strumento. Sicuramente uno solo dei tanti che la rete del Metodo alla Salute sta mettendo in campo. Posso testimoniare che lo staff del CMS ci tiene molto, e l’obiettivo delle 5000 firme non mi sembra stratosferico.
 
Sono persone di grandissimo valore, che spendono tantissimo di sè stesse in questa impresa tutt’altro che meramente assistenzialistica, ma perché anche loro, come me e molte/i di voi, da moltissimo tempo credono nella costruzione di Reti “altre” per la soddisfazione dei bisogni delle esistenze di ognuno/a. Il Metodo, i Gruppi alla Salute, il Centro di Foggia, la Fondazione Nuova Specie sono proposte concrete, di approccio all’Uomo e al Sociale, anche costruendo Reti e rapporti solidali.
 
Per concludere, vi chiedo dunque cortesemente di firmare la petizione linkata all’inizio e vi abbraccio tutti,
 
Lele
da Urupia 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie