CMS (FG), sabato 6 ottobre 2012. DAREFORMA AL DISAGIO DIFFUSO. Contributo di Angelo Vita per il penultimo giorno di corso.

Fondazione Nuova Specie ONLUS 
Presidente: Dr. Mariano Loiacono

CONTRIBUTO AL CORSO:
“DAREFORMA AL DISAGIO DIFFUSO”. 
QUARTA GIORNATA. 
By Angelo Vita
 

 

I CENTO FIORI DEL TERZO MILLENNIO
Siamo alla vigilia della fine del corso eppure i post abusivi inseriti
nella bacheca di
Vendola non hanno dato ancora esito, evidentemente si
rende necessario fare di più e così sia.
Se gli ebrei avevano
indicato nel sabato il giorno del riposo, noi poveri laici ed aperti a
tutte le religioni e le culture del mondo abbiamo lavorato anche se la
gio
rnata è stata contraddistinta da due
momenti: la mattinata dedicata alle unità didattiche ed il pomeriggio al
laboratorio sull’assemblaggio ordinato degli atti.


Carissimo
Vendola, non puoi immaginare nel prato adiacente l’Ospedale D’Avanzo
quali e quanti colori di uomini e donne lo popolavano. Sembravamo di
essere ritornati a molti anni addietro. Ricordi il periodo dei CENTO FIORI? Ecco in un sol giorno mi sono sentito catapultato nel 1975/’76
quando – giustamente – si pensava di rendere fruibili le strutture in
disuso
dello Stato per garantire ai giovani relazioni umane
significative
.



Ma quel periodo non mi ricorda solo i FIORI ma
anche delle canzoni proletarie che tu stesso cantavi e che sicuramente
ancora oggi canticchi, magari sotto la doccia o quando fai la barba. Una
di queste diceva: “Quattro straccioni (sicuramente disagiati)… gridavano
pensi di essere sfruttati (riconosciuti i propri diritti alla salute).
Ma quando è arrivata la polizia (la fine del contratto con l’unico
medico del Metodo alla Salute
), quei quattro straccioni (veramente si
tratta di migliaia di famiglie
) han gridato più forte, di sangue han
sporcato il cortile e le porte (con petizione, comunicati stampa,
interviste, movimenti di volontariato, interventi online…
) chissà quanto
tempo ci vorrà per pulire (domanda? Quale impatto avranno le primarie
di
Vendola sul coinvolgimento di gente prima illusa ed ora disillusa?),
non c’è più morale Contessa (la politica lascia ancora a desiderare)”.



Anche l’altra canzone… ricordi l’Internazionale? Parlava di “Futura
umanità”
eppure non l’aveva scritta il Dr. Loiacono che aveva ben altro
da fare in quel periodo. Si dedicava pensa anche lui all’umanità, al
popolo, alle masse… e se ne occupava in modo nuovo, voglio dire non per
incularli, sottometterli, soggiogarli e tradirli. Tutt’altro. Lui se ne
occupava perché le masse o il popolo al di là del credo religioso,
politico e delle condizioni socio/economico e culturali
dovevano
iniziare a ribellarsi ad una specie umana in estinzione com’era ed è la
nostra. Mentre molti, dunque, si dedicavano a costruirsi una carriera
politica, un uomo solo con le sue convinzioni lanciava una sfida che
avrebbe fatto tremare i polsi a tutti tranne che a te e a pochi come te, carissimo Vendola
. Come fai a non fare un salto quantico ed uscire fuori
dalla stagnazione politico/finanziaria che t’impone il silenzio e la
sordità di fronte ad un urlo generalizzato di Munch.

  

E poi mi
permetto in questo quarto giorno dove ai corsisti si parlava della
comparazione tra l’Albero della vita (altra unità didattica che ti sei
perso) ed il Crossingover, come dire la clonazione del sistema biologico
trasmissivo, basilare per fondare il Metodo alla Salute e dare non solo
speranze ma soprattutto costruire strade nuove ed alternative agli psicofarmaci, ai sedativi che chiedono ai disagiati di inebetirsi per
fungere da Bancomat delle multinazionali farmaceutiche.






Ed
infine una nota personale, magari solo per presentarmi. Sono arrivato a luglio qui a Foggia, ho sospeso ad agosto e sono ritornato a settembre
ed in atto mi trovo ancora nella tua Regione dove nel mio piccolo
sostengo la vostra economia, come me migliaia di famiglie lo fanno tutto
l’anno
pertanto se sei sensibile ai “conti” questi, almeno, dovrebbero
tornarti.

Non ti dico i miei vissuti emozionali, i cambiamenti e gli
strumenti per la gestione del disagio personale e familiare
, non ci
crederesti. Ma questo fa parte dell’altra Italia, della gente che in
silenzio vive la sofferenza
e che senza mai chiedere continua a
spendersi per una generazione meno psicotizzata e più aperta alle
istanze degli ultimi
tra gli ultimi dei suoi cittadini.



Nella
speranza
– più tua che mia – di un colpo di schiena e di un impegno
serio sulla vicenda
posta dalla mancata convenzione col medico del CMS
dell’Ospedale D’Avanzo di Foggia
gradisci in questo periodo una cascata
di post sui tuoi siti
per darti la sveglia
magari ritornando a sognare i
CENTO FIORI del terzo millennio.

Angelo Vita




Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie