Bergamo, giovedì 18 ottobre 2012. EMERGENZA CMS. LETTERA DI ELENA F. E LA RISPOSTA DEL DR. BEPPE VANDAI.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS
Presidente: Dr. Mariano Loiacono
EMERGENZA CENTRO 
DI MEDICINA SOCIALE DI FOGGIA.
SCRIVO E CHIEDO PER MIO FIGLIO,
DA 18 ANNI PAZIENTE PSICHIATRICO,
PER IL QUALE AVEVAMO
FINALMENTE TROVATO
UNA STRADA BUONA:
QUELLA DEL METODO ALLA SALUTE.
PURTROPPO RISCHIA DI CHIUDERE
IL CMS DI FOGGIA
DOVE VIENE PRATICATO
TALE METODO.
    

 
Ciao a tutti,
vi
chiedo un po’ di disponibilità e pazienza affinché riusciate a leggere
quanto qui di seguito scrivo e chiedo per mio figlio Mauro e per tutti
coloro che vivono questo disagio.
Dopo 18 anni di psichiatria tradizionale: varie strutture, farmaci pesantissimi, ricoveri, visite deludenti, consulti a pagamento inutili, il tutto vissuto
in grande solitudine poiché la psichiatria vigente non prevede nulla
oltre la somministrazione del farmaco
, se non i 30’, quando va bene, di
“colloquio”
con lo psichiatra durante le visite periodiche che avvengono
ogni 2/3 mesi, esclusivamente per poter stabilire se sia il caso di
ritoccare la terapia, o nei casi più sperimentali il consiglio di una
“leggera” psicoterapia cognitiva
, ultimamente tanto di moda in
psichiatria
, che per i non addetti ai lavori significa semplicemente
agire sul comportamento, in definitiva “convincere” il paziente che si
deve lavare, che non deve lasciarsi andare, che quando starà un pochino
meglio potrà anche trovare un “lavoretto”,  che deve avere una “vita”
“regolare”
scandita dalla continua assunzione del farmaco anche se ha
continue ricadute, anche se non riesce più a vivere emozioni e
sentimenti
, anche se dentro si sente inutile e morto…
Da qualche mese io, mio figlio e suo padre abbiamo
intrapreso, iniziando a vedere piccoli cambiamenti e miglioramenti in
nostro figlio, una nuova strada cosiddetta “alternativa” e
gratuita
(tiket sanitario) presso il CENTRO DI MEDICINA SOCIALE DEGLI
OSPEDALI RIUNITI DI FOGGIA
(Az. OO.RR.).

Questo  percorso/trattamento
ultratrentennale, che ha visto e vede la fruizione da parte di migliaia
di persone provenienti da tutta Italia e dall’Estero
, è un’alternativa
all’uso di psicofarmaci
(vengono scalati molto lentamente con risultati
sorprendenti!
) e psicoterapie. 

Il Centro è diretto dallo psichiatra e
psicoterapeuta Dr. Mariano Loiacono ideatore del Metodo alla Salute
. Questo medico
ha collaborato con varie Università italiane (non una visita privata in
tutta la sua carriera medica
). E’ stata creata anche una Fondazione: “NUOVA SPECIE”.
Il percorso è molto
articolato
ed è anche  molto impegnativo, sia per il diretto interessato
che per i propri familiari, vige infatti l’obbligo da parte degli
stessi (ammesso che ci siano) di partecipare in termini paritari ai
trattamenti
, poiché sono anch’essi rigorosamente coinvolti in dinamiche
intensive e continuative
per un certo periodo di tempo. Esso si basa sul
coinvolgimento di  tutti e tre i codici della vita di un individuo: il
codice delle emozioni profonde, il codice del corpo e il codice
simbolico-razionale.

Oltre alla sede di Foggia, sul territorio nazionale
esistono dei Gruppi alla Salute (GAS) sempre gratuiti (autogestiti) che
frequentati regolarmente danno continuità al lavoro svolto a Foggia.
PERCHE’  QUESTA LUNGA PREMESSA
A
fine anno il Dr. Mariano Loiacono andrà in pensione (anche se ha già
dato la disponibilità a seguire gratuitamente il Centro… capisco che
oggi si possa far fatica a crederci, ma i miracoli fatti dagli umani ogni
tanto avvengono
) ed il Centro rischia seriamente di CHIUDERE se
non verrà rinnovato il contratto allo psichiatra che già da anni
affianca il Dr. Loiacono
(vedi i tagli alla sanità… anche se il
contratto per questo medico ha un costo annuo di 60.000,00 €
, e
60.000,00 € è il costo annuo di ogni paziente per la degenza presso le comunità terapeutiche che spesso si rivelano solo parcheggi momentanei;
ma vedi anche i danni provocati agli interessi miliardari (in
€) esistenti nel settore psichiatrico/farmaceutico [in Italia lo
psicofarmaco è, con i farmaci per patologie cardiache, quello con il
maggior fatturato
] e ultimo ma non ultimo i danni sempre economici nel
settore medico psichiatrico  privato
).
COSA CHIEDO
Visti i risultati positivi ottenuti e che si continuano ad ottenere attraverso questo Metodo [alla Salute] purtroppo poco conosciuto (non è difficile individuarne i motivi)
è stata indetta una petizione alla Regione Puglia per il rinnovo del
contratto dello psichiatra Gianni Chiariello, che, come detto, già in
servizio presso il Centro di Medicina Sociale, affinché il servizio possa
continuare a vivere
.
La firma di questa petizione la si chiede anche a chi
ritiene di sentirsi soddisfatto della psichiatria tradizionale
, poiché,
così facendo, si dia, democraticamente, la possibilità di continuare  ad
utilizzare il servizio pubblico sanitario a chi intende proseguire o
chi vuole intraprendere questa strada che si è dimostrata efficace.
PER FIRMARE
SUL SITO: www.nuovaspecie.com dove si troverà anche il breve filmato di un’intervista fatta al Dr. Loiacono.
OPPURE cliccando su questo LINK: www.petizionepubblica.it/?pi=P2012N28756
Scusandomi
per la lunghezza del testo, che purtroppo non mi è stato possibile
rendere più breve, data la complessità dell’argomento trattato, e
raccomandandomi di far girare tra le vostre mailing list questo appello,
ringrazio tutti coloro che, anche se non direttamente coinvolti o
interessati, firmeranno.
Un abbraccio,
Elena Forestiero
________________________________



UNA PETIZIONE
Cari amici,
vi inoltro la mail di una mia amica di Treviglio che
inivita a sostenere e firmare un appello affinché non venga cancellato
nella Regione Puglia un finanziamento di 60.000€ per una struttura
psichiatrica molto innovativa
.

Elena ha un figlio affetto da anni da una
forma di disturbo bipolare. Il figlio è stato sottoposto a svariate
terapie
, invariabilmente incentrate sull’uso di farmaci, e carenti nel
supporto psichico o psicanalitico.

Di recente ha incominciato a vedere i
primi risultati positivi
entrando in contatto con quella struttura
pugliese, creata dal Dr. Loiacono
.

L’ approccio di Loiacono rifiuta,
nel lungo periodo, la cura chimica
e sviluppa terapie basate sulla
riattivazione di dinamiche di interazione esistenziale, al cui centro
sta, evidentemente, l’anamnesi e la rielaborazione delle dinamiche
nella famiglia. 
Tre brevi osservazioni:
Il tipo di terapia
di Loiacono è saggiamente filosofica e umanistica. Pone il problema
del disagio psichiatrico in modo sistemico e lo contestualizza nell’insieme delle dinamiche sociali. È anche intelligente quanto dice il Dr.
Loiacono
in una intervista

a proposito del passaggio, che stiamo vivendo, da sistemi di
interrelazione stabili e locali a sistemi globali ed instabili.
Giustamente rileva che noi siamo i primi a vivere questo passaggio
evolutivo della nostra specie. E non è un caso che abbia chiamato “Nuova specie ” la sua proposta pischiatrico-sociale. Le sue idee mi
sembrano ben in sintonia con le teorie sistemiche sviluppatesi nella
seconda metà del ‘900, e pure con le varie scuole di terapia familiare.
Il suo approccio mi sembra però ancora più complesso e ricco, pur usando
lui un linguaggio naturale e semplice. 


È una bella cosa e non è un caso che proprio la
teoria e la prassi terapeutiche di “Nuova specie vengano dal Sud
Italia
. Proprio lì mi pare si abbia in modo accentuato il senso della
pienezza e della stabilità, della “profonda sicurezza esistenziale” (come la chiamava Carlo Levi nel suo saggio Un volto che ci somiglia”,
Einaudi 1960) che è necessaria all’ uomo. Proprio lì si dovrebbero
avere i mezzi culturali per capire meglio come agire quando “la casa brucia

È anche un
fatto molto positivo che l’approccio di Loiacono e di “Nuova specie”
si stia diffondendo in Italia
. Ma allora, guai a lasciare che tagli
dovuti alla crisi economica
e/o a viltà o pastoie burocratiche lo
affossino!!!
Aggiungerei: il lavoro di Loiacono e la battaglia,
affinché anche i pochi mezzi messigli a disposizione non vengano
decurtati, sono un bell’esempio di che cosa significhi VOLTARE LA
CARTA!! Non fraintendetemi, non voglio far propaganda al nostro gruppo,
bensì sollecitare il nostro impegno
e mostrare come sia possibile dargli
un tono ed un senso concreti
.  
Ringrazio molto Elena per averci scritto di questa cosa
e invito tutti a spendere un po’ di tempo occupandosi della petizione,
firmandola e diffondendola. Troverete il testo con il LINK in fondo alla
mail di Elena.
A presto. Un bel ciao a tutti,
Beppe Vandai

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie