Frattamaggiore (NA), domenica 20 maggio 2012. GRUPPO ALLA SALUTE IN CAMPANIA.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS 
Presidente: Dr. Mariano Loiacono





 

  


SETTIMO G. A. S.
A FRATTAMAGGIORE
Domenica 20 maggio 2012



Cara Cindy,
si
è svolto ancora a casa di Mimmo e Lucia 
il Gruppo alla Salute Campania.
Hanno
partecipato
Enzo e Maddalena, Rachele, Ernesto, Carla ed il figlio Emanuele
arrivati dalla provincia di Salerno. Non tante persone, ma un Gruppo alquanto movimentato. Ha condotto Rosapaola Russo arrivata da Foggia, accompagnata dalla
figlia Carla che però non ha partecipato. Ognuno ha fatto la sua comunicazione,
io ho comunicato di aver  finalmente
accolto mia figlia e di averla anche aiutata in un momento di difficoltà
rispettando le sue scelte anche se alcune volte in parte non le ho condivise.  Grazie al Metodo alla Salute sono riuscito a capire che
le aspettative sui figli che desideravo erano tese ad accontentare solo me
stesso
ma non loro, quindi ho capito che
essi  sono delle specificità con bisogni,
sogni ed aspettative diversi. Ernesto ha comunicato la mancanza di accoglienza
ricevuta dal Metodo ed a tal proposito l’intervento molto bello di Enzo e
Maddalena ha chiarito che proprio quella che puo sembrare mancanza di
accoglienza è invece uno sprone ad andare alle nostre profondità, accedere alle
nostre risorse e metterci in gioco per aiutare i nostri figli e noi stessi.
Rachele
c’è stata ma non ha detto granché, alcune volte ho l’impressione che ci sia
solo perché nostra amica, lei ancora non dà elementi concreti per poterla
aiutare
ne vuole realmente mettersi in gioco. Carla ha detto tante volte che il Metodo le piace ma guarda solo all’esempio Mariano e vede i Gruppi (secondo me)
come un intrattenimento per il figlio. Lei vuole solo che il figlio sia in
compagnia e che faccia quello che fanno gli altri giovani, ma non si chiede del perché il figlio sta così ne del cosa lei possa fare per aiutarlo. Il suo
atteggiamento ha fatto andare su tutte le furie Maddalena che più di una volta
le ha chiesto del perché lei fossi con noi poiché non dice niente e non
interagisce con nessuno tantomeno con il figlio
. Maddalena ha spiegato a tutti
che i genitori non devono sentirsi colpevoli ma devono lavorare per cercare di
smontare i meccanismi innescatisi nei figli che li hanno portati a manifestare
disagio
e rimontarli in maniera diversa. Comunque prima della fine del Gruppo
ho accompagnato Emanuele e la madre in macchina e qui di fronte all’evidenza
della dichiarazione di Emanuele di essere stato vittima di qualche sopruso
ancora la madre insisteva nel non crederci e di far ritrattare al figlio ciò
che egli aveva detto. Il ragazzo nella sua immersione ha chiaramente dimostrato
di farsi carico dei problemi dei genitori e di un padre tossico che ancora
giustifica e di una madre che insiste ancora dicendo che lei è appagata e
felice. Io sono andato su tutte le furie e stavo quasi facendola scendere
dall’auto, comunque le ho detto che se lei diceva solo di credere al Metodo senza impegnarsi e lavorare allora era meglio non partecipare.  
Si è discusso di
fondare un’Associazione
, della sede, etc. 
Comunque spero che sia stato chiaro a
tutti che nei Gruppi alla Salute bisogna starci, con impegno, altrimenti non si otterrà
alcun risultato ed è molto importante effettuare laddove necessita e dei
cambiamenti nel proprio stile di vita
per una nostra crescita più vicina alla
vita e per poter far fronte al disagio sempre più dilagante.
Un
abbraccio,
Mimmo
Tel. 081 8312696
Cell. 339 1451783

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie