Ordona (FG), venerdì 24 febbraio 2012. UNITA’ DIDATTICA “LA PIRAMIDE” CONDOTTA DA SABRINA E GIANNI ALLA BIBLIOTECA COMUNALE.

FONDAZIONE NUOVA SPECIE ONLUS 
Presidente: Dr. Mariano Loiacono

ARRIVO’ IL PRIMO GIORNO

DI SCUOLA TRAFELATO… 

Arrivò il primo giorno di scuola silenzioso  e impaurito, ora in classe è attivo, un po’ chiacchierone, amato da tutti.

L’appuntamento che si è tenuto in Biblioteca il 24 febbraio ad Ordona, paese che mi ospita da più di dieci anni, è dedicato a lui e al mio lavoro. Sono riuscita, grazie alle competenze acquisite con il Metodo alla Salute, a fargli mettere fuori buona parte della sua specificità. Nessuno ci avrebbe scommesso neppure uno spillo tanto il bambino era chiuso ed introverso. Durante il Gruppo di venerdì scorso, Gianni ha interagito con Lorenzo, regalandogli un’ ulteriore spinta. Molti “adulti” sono rimasti meravigliati da come i bambini, dopo l’esposizione della Unità didattica “La Piramide” sono riusciti a fare teoria su se stessi e soprattutto a dire che cosa li bloccava. Questa è una delle magnificenze del Metodo alla Salute: la teoria. Un bambino, grazie alle unità didattiche, ha dei punti di riferimento che lo aiuteranno per tutta la vita. Era presente quasi tutta la mia classe di terza elementare. Come mi ha detto oggi una signora: “E’ assurdo che non fossero presenti anche i genitori”! Questo mi addolora perché io cerco di fare il massimo per loro. So che il lavoro è incompleto ma io non posso sostituirmi alle famiglie! Lorenzo è un genio, avrebbe bisogno di un accompagnamento “devoto” anche a casa. Purtroppo la devozione non è compresa. Quando la madre è venuta a scuola ha detto: “Mio figlio è cresciuto tanto”!… ma non ha dato nessuna importanza al lavoro che io quotidianamente faccio con lui, perché si pensa che i bambini crescano “da soli”, ma se anche una pianta ha bisogno di sole e acqua! La mia soddisfazione l’ho avuta venerdì quando il bambino, davanti a tutti, ha detto che il secondo livello della sua piramide è bloccato ai rapporti forti! La sua piramide non ha la possibilità di evolversi in maniera ascendente perché il contesto famigliare non glielo permette. 

Sabrina Cela 

1 Commento/i

  1. Nicoletta

    cara Sabrina mentre leggevo mi sembrava di sentirti, ho percepito l'amore per la vita che ci stai mettendo in questo progetto.
    Questo è un successo per te e per tutti noi perchè quando dei bambini arrivano a fare teoria su se stessi stiamo facendo discendenza.
    Un abbraccio e una carezza cara maestra di nuova specie

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie