Il Vaticano e i crimini sessuali

Ecco il documentario della BBC trasmesso in Inghilterra il 1 ottobre 2006 e mai trasmesso in Italia. Si parla dello scandalo dei preti pedofili e del documento shock “Crimen Sollicitationis” di Josef Ratzinger, che rinnova il divieto a testimoniare in tribunali civili (pena la scomunica) per reati di abusi sessuali che avessero coinvolto religiosi.
Forse andrà in onda su “Annozero”, ma stanno già ostacolando Michele Santoro.
LUNA

Qualcuno potrebbe dire: ma che c’entra parlare dei preti pedofili in un blog come questo? Beh, anche la pedofilia è uno dei tanti sintomi del “disagio diffuso”, accanto all’uso di droghe, di alcool e di psicofarmaci, accanto a tutte le forme di disagio che sono in aumento, le sindromi psicotiche, le depressioni, l’ansia, gli attacchi di panico, le anoressie e bulimie, le “dismaturità” ecc., tutte sintomatologie che il Metodo Alla Salute tratta insieme in gruppi misti, i “Gruppi Alla Salute”. Tanti preti, tra l’altro, prendono psicofarmaci, e l’anticlericalismo, comunque, non fa parte nè di questo blog nè del punto di vista che ci guida (abbiamo anche dei preti in trattamento e alla conduzione di attività). Ma ciò, insieme alle migliaia di casi di pedofilia che regolarmente vengono alla luce, sta a dimostare che ormai neanche più la Chiesa è immune al disagio di oggi, ma già da tempo. Sarebbe il caso di aprire un dibattito, anche con serenità. Il Metodo Alla Salute è rivolto a tutti ma veramente a tutti, accoglie ogni espressione di vita e di disagio senza esclusione alcuna, quindi è normalmente disposto a prendere in trattamento anche chi abbia commesso i peggiori crimini, anche un omicida, un mafioso e perchè no, anche un pedofilo… La pedofilia riguarda i problemi sulla sessualità che abbiamo tutti!
A gennaio 2008 abbiamo in programma di fare un corso sulla sessualità presso il Centro di Medicina Sociale degli Ospedali Riuniti di Foggia diretto dal Dr Loiacono. Saremmo contenti se lasciaste dei commenti o ci chiedeste ulteriori approfondimenti.
@FABER@

15 Commenti

  1. Fabrizio d'Altilia

    Grazie Titty, o Ty10!!
    E benvenuta nel nostro blog! 🙂

    Le tue rifelssioni sono molto significative ed abbastanza in sintonia le nostre.

    I problemi sono alla radice, ed anche la pedofilia è uno dei sintomi del “disagio diffuso” che sta invadendo il mondo, prima di tutto l’occidente “progredito”.
    La sessaulità si sa, è uno dei primissimi mattoni di cui siamo fatti.

    Torna a visitarci e a scriverci!
    Ciao ciao Titty!

    😀

  2. Anonimo

    Ciao a tutti,
    mi presento sono titty, un’amica di cristian, che mi ha fatto conscere questo blog,e + in generale il mondo di metodo alla salute. Proprio mentre eravamo a cena poco tempo fa, abbiamo inziato ad affrontare la “spinosa” questione degli abusi sessuali sui minori.
    Per me è molto difficile accettare e comprendere che ci siano persone che possano compiere determinati atti su bambini indifesi, ma credo che sia necessario fare questo sforzo e cercare di capire.
    In realtà la pedofilia solleva in me pensieri e considerazioni che non si limitano alla violenza sui bambini, ma si estendono alla natura umana. La realtà è che la natura umana, la vita stessa che rende l’uomo in grado di fare cose splendide e terribili allo stesso tempo.
    Partendo da questo presupposto, credo nel fatto che sia possibile una via di consapevolezza e recupero per tutti. Ma allo stesso tempo penso al bambino che ha subito la violenza, al fatto che la sua vita potrebbe potenzialmente essere distrutta, e che questa terribile possibilità non può essere archiviata con l’arresto del pedofilo, o con la vendetta.
    Purtroppo in italia, ma credo ovunque, è difficile, se non impossibile fare un percorso di recupero, perchè se ti beccano ti sbattono dentro e vegetare, e ad essere abusato (codice “d’onore” dei detenuti vigente nelle ns carceri) e poi quando esci 6 al punto di partenza con la stessa pena terribile nell’animo.
    Chi abusa dei bambini deve essere “punito”, nel senso che deve essere obbligato, o meglio dovrebbe manifestare la volontà, di iniziare un percorso di analisi e recupero di sè, perchè ad di là della normalità, o della malattia, che sono concetti molto labili,la pedofilia, oltre che la manifestazione di un disagio profondo, resta il + infame dei crimini, che non può nè essere depenalizzato, nè trattato con il classico “chiudo la cella e butto la chiave”. Mi rendo conto che traslare queste riflessioni nella realtà, e trasformarle azioni sia molto complesso, ma almeno iniziamo a parlarne, e a confrontarci, e soprattutto a non fingere che siano cose estranee al ns mondo di brave persone.
    Saluti a tutti e alla prossima.

  3. luna margherita

    internet non può essere fermato.
    un ragazzo conosciuto su youtube con il nome di toyo111 è stato cancellato dal famoso sito, e sono stati cancellati tutti i video da lui caricati negli ultimi anni, per un totale di circa 2000 minuti di informazione su: crimini della chiesa , pedofilia, mafia, 911 cospirazione, scie chimiche, banche e signoraggio,Beppe Grillo, Guerra in iraq ,satanismo ,massoneria. Non aggiungo altro.

    Per fortuna, con un altro nick e la sua bravura è riuscito proprio ora credo a rimettere su youtube il filmato tradotto in italiano. Ora li posto di nuovo qui.

    Rimango di nuovo indignata.
    Grazie Althea per la segnalazione in tempo reale!

  4. luna margherita

    alt alt alt.
    su bispensiero.it c’è scritto tutto il testo tradotto. sono stati loro a tradurlo.

    questo è il link

    bispensiero.it/index.php?option=com_content&task=view&id=201&Itemid=6&limit=1&limitstart=0

    ora proveremo a mettere i sottotitoli di nuovo al documento in inglese.

    se avete notizie sul perchè della censura segnalatele per favore!

  5. luna margherita

    no. questo è troppo. io mi auguro che sia per questioni di messa in onda su annozero. sì va be’, l’ho detta grossa.

    Althea ti faccio una proposta: ti va di aiutarmi a tradurre il video?

    Chiunque sappia l’inglese e voglia aiutarci nella traduzione, lasci un commento qui, che se c’è qualcuno a cui interessa una verità, ci mettiamo in moto insieme che arriviamo prima.
    ovviamente non deve essere una traduzione straperfetta; che arrivi bene il contenuto, quello sì.

    sono davvero indignata.

  6. Anonimo

    “Stranamente” il lungo braccio è arrivato anche su youtube e google e ha bloccato l’accesso a questo video. Se non avete problemi con l’inglese, troverete l’originale qui:

    news.bbc.co.uk/1/hi/programmes/panorama/5389684.stm

    Althea

  7. Anonimo

    Ragazzi, più ci sto in questo pazzo gruppo e più ne sono VERAMENTE CONTENTO perché ritrovo pienamente il mio modo di pensare che in altri luoghi non sarebbe compreso, anzi sarebbe considerato delirante!!!
    Pensate che proprio qualche sera fa, mentre ero assorto nei miei pensieri sulla Vita, mi dicevo: “ma io non mi sento di condannare nessuno: non vedo dei “mostri” da nessuna parte…sicuramente dietro un pedofilo od un “delinquente” chissà quanta profonda sofferenza si nasconde. Se una persona, e quindi anche un prete, è portato a comportarsi in una certa maniera, vuol dire che sta trovando delle soluzioni ad una Vita che da qualche parte è stata tagliata: che sia la sessualità, che sia l’affettività, che sia la libertà di potersi esprimere liberamente…”
    Mi viene il voltastomaco quando ai telegiornali sento: il mostro di Firenze, il mostro di Cogne, il mostro di Novi Ligure, il mostro di Lockness, ah no, scusate, quello non centra niente (oppure si?).
    Dicevo, per me nessuno è Mostro, ma solo una persona molto sofferente, profondamente, che come alternativa a diventare “schizofrenico”, “depresso”, “tossicodipendente”, “ansioso”, “iper-religioso”, “alcolista” etc, ha trovato un’altra via di fuga per poter “rimanere ancorato con un filino alla Vita”: la pedofilia, gli omicidi, (sì, non vi scandalizzate, anche gli omicidi!), ed altro, considerati dai media e da molta gente come atti abominevoli da punire a vita con la detenzione o il manicomio.
    Siamo UGUALI nella DIVERSITA’, ed io CI CREDO! Questo mi dice che ci sia una strada di rinascita per TUTTI!!! Ne sono proprio convinto! Svecchiamoci da un vecchio punto di vista “psicotizzato” che divide i normali dagli anormali, i benefattori dai mostri, quello che sta bene e quello malato (da “male habitus”).
    Tutto questo fa male alla Vita e quindi fa male ad ognuno di noi che non possiede la Vita ma semplicemente ne è immerso!

    Cristian

  8. Fabrizio d'Altilia

    Certo nel servizio della BBC si percepisce quel pò di ardore filo-protestante e anticlericale contro la Chiesa di Roma. Poi la BBC certo non è il Vangelo, altre volte ha fatto delle gaffes con materiale fasullo, e si percepisce comunque quello stile inglese da tabloid sensazionalistico, come anche si nota una certa campagna anti-Ratzinger (che io sinceramente condivido…). In realtà potevano pure parlare di chi era papa quando avvenivano anche in passato queste cose. Vogliamo parlare del tanto incensato Giovanni Paolo II? Che ha fatto il buon polacco di fronte alla pedofilia dei preti? Niente. Ratzinger e Wojtyla sono sempre stati un’unica testa pensante, una squadra di restauratori “neo-con” reazionari a livello di dogmi e di precetti! A parte il coprire la pedofilia, hanno soppresso senza tanti scrupoli molti movimenti di rinnovamento della chiesa (come la “teologia della liberazione”, se volete approfondire: it.wikipedia.org/wiki/Teologia_della_liberazione )

    Ma a me non interessa se sia vero o no nel dettaglio tutta la storia del “Crimen Sollicitationis”, nè mi interessa sbattere in galera più preti possibile, nè sono un fissato delle verità processuali ecc. ecc., ma l’importante è che ci possa essere l’occasione per parlare della pedofilia e della sessualità in generale, perchè ripeto sono problemi che ci riguardano tutti.

    La capacità di fare “Teoria Globale” su tutto ciò che riguarda la Vita che il Metodo Alla Salute e l’Epistemologia Globale ci permettono di acquisire, ci danno dei mezzi di lettura della realtà così potenti da consenrtirci di prendere un qualsiasi evento-dibattito di attualità ed utilizzarlo per andare in profondità, collegarlo a tutto il resto e parlare di quei “nodi” fondamentali della specie uomo che hanno creato il disagio di oggi.

    Per quanto riguarda in senso stretto la Chiesa, è ormai troppo chiaro che la routine della pedofilia che cresce sempre più ci riporta ad un problema fondamentale della Chiesa:
    la castità e il celibato dei preti, e tutti i problemi a trattare la sessualità in genere.
    La castità e il celibato dei preti sono dogmi che sul Vangelo non ci sono e che Gesù non ha mai detto, ma sono precetti nati secoli dopo la morte di Gesù durante i concili (in questo Maria è notoriamente informato): quindi è una cosa convenzionale.
    Basta cercare su Google “celibato”, “castità”, “celibato dei preti”, “concilio di trento” ecc. che compaiono intanto le pagine di Wikipedia sull’argomento, e poi molti siti e articoli di testate giornalistiche che dicono lo stesso e che in molti casi fanno lo stesso collegamento tra la pedofilia nei preti e il celibato e la castità.

    Le puslioni sessuali ce le abbiamo tutti.
    Questo fatto contro natura di costringere i preti a non viversele, le coinvoglia poi su soggeti che non possono-non sanno opporsi e con cui non c’è bisogno di affrontare una relazione adulta prima di arrivare all’atto sessuale, che sono i bambini.
    Di solito sono bambini maschi e non femmine, perchè quei preti che ne abusano hanno spesso la stessa(poca) maturità sessuale di quei bambini, quindi scoprire il corpo di un bambino è un voler scoprire il proprio corpo. Come sappiamo spesso (specie fino a pochi decenni fa), i futuri preti venivano instradati in seminario giovanissimi, anche a 11 anni, quindi molto prima di iniziare a maturare la propria sessualità. Poi una delle cose che fa la Chiesa in genere è di tagliare l’uso del corpo, viverlo come un peccato, una cosa sporca; questo ovviamente aggiunto alla mancanza di contatto con le donne, fa accumulare tutte le puslioni sessuali in una pentola a pressione per troppi anni, per decenni, per tutta una vita!

    Questa è una piccolissima sintesi di alcune riflessioni che ho potuto mettere insieme in questi anni di frequentazione del metodo ascoltando Maria-Mariano.

    @FABER@

  9. luna margherita

    Ti perdono? Ti ringrazio!
    Hai fatto bene ad ampliare il post, hai aggiunto un approfondimento molto importante. Hai adattato il filmato al nostro blog.

    Grazie davvero Faber, il bello della co-conduzione!!!

    Mille baci virali

  10. Fabrizio d'Altilia

    Ah ecco, quando ho visto “Lunualità” ho pensato di aver fatto qualche cazzata cliccando dove non dovevo cliccare mentre smanettavo per scrivere la mia parte su questo post.

    A proposito cara mamma del blog, ti va bene se ho azzardato ad “insediarmi” nel tuo post per scrivere la mia, inaugurando così il primo post “collettivo”?
    Mi perdoni?
    Dai ormai l’ho fatto, eh eh!! 😛

  11. luna margherita

    Dimenticavo…dopo “Francimeraviglia” dopo “Silviaggio” io da un po’ sono “Lunualità” cioè un mix di Luna e Sessualità, perchè mi voglio impegnare ad approfondire le dismaturità che viviamo oggi a livello sessuale e cercare di crescere. Ovviamente il nome se l’è inventato Mariano, che s’è scoperto essere anche un “nomenclatore”. Si dice “nomenclatore”? Va be’…

    Lunualità!!!

  12. luna margherita

    Caro Faber, sottoscrivo pienamente le tue parole.

    Come possiamo aspettarci dalla Chiesa un atteggiamento maturo, se sono poprio loro da secoli a creare differenze e discriminazioni?

    Punire un pedofilo con la detenzione, per poi farlo uscire e la situazione è sempre la stessa, non so a quanto possa servire…siamo tutti indignati da queste storie, le viviamo come se fossero delle mostruosità lontane da noi, quando invece è una fase ch riguarda tutti. Dovremmo solo essere capaci di accoglierla e viverla al momento opportuno (appunto, da bambini, come diceva Faber). Allora lì non ci sarebbero scandali, sarebbe la normale scoperta del proprio corpo e di quello degli altri. E’ che siamo tutti più o meno spaventati dal nostro corpo e da quello degli altri.

    Una volta incriminato un pedofilo, che si fa? E chi ha subito l’abuso, come viene accompagnato e da chi? Io credo che sia possibile un vero perdono, ma non quello di cui parla la chiesa, che è invece un’omertà. Il vero perdono potrebbe avvenire se ci fosse possibilità di fare teoria (vedere,osservare,contemplare) e quindi non fermarsi alla definizione di “mostro”, ma vedere cosa si nasconde dietro quella persona e cosa lo porta a fare determinati gesti. Se i presunti adulti fossero in grado di stare nelle dinamiche e fare teoria con i propri figli, questi un giorno non diventerebbero pedofili.

    Quoto a tale proposito la teoria “Omo-sex/Uni-sex” di uno degli ultimi Gruppi alla Salute di Ancona, in particolare il momento in cui Roberto B. cita Freud quando parlava dei bambini come “perversi polimorfi”.

    Va be’, adè me sta a risalì la febbre.

    Ve saluto…

  13. Fabrizio d'Altilia

    … Infatti il Metodo Alla Salute non esclude niente e nessuno, ogni tipo di disagio è una manifestazione di vita, fa parte della vita: anche un assassino, anche un pedofilo può venire a fare un percorso con il Metodo Alla Salute. Ognuno, con la sua specificità e con la sua storia, mette in campo delle parti che possono essere messe in dinamica e sui cui si può fare teoria, così da capirne le origini, anche delle cose più scandalose.
    Cerchiamo di avere un punto di vista globale, come dice l’intestazione del blog.

    Com’è ovvio, siamo comunque aperti al confronto.

  14. Fabrizio d'Altilia

    Grazie Luna, ci hai dato la possibilità di vedere un servizio informativo (perchè di questo si tratta) che è “sacrosanto”, già cha parliamo di chiesa… tanto vedrai che sulla Rai non lo manderanno mai, quindi almeno il blog dà l’oppurtunità “sacrosanta” a chi lo visita di vederlo.

    Potrei scrivere tanto sulla sessualità, infatti lo stavo scrivendo, ma l’ennesima cancellatura imprevista mi ha fatto capire che è inutile sprecare righe e fatica nel solo spazio dei Commenti: tanto vale che sciviamo dei post in cui parliamo solo di teoria tout-court, perchè di teorie sulla sessualità o di parti di teorie fatte al Centro che riguardano la sessualità ne abbiamo sentite e assimilate tantissime: il Centro Documentazione ne è pieno, e molti di noi sono preparati anche a scriverne di loro pugno!!
    Quindi un’altra proposta sarebbe di creare una apposita sezione download del Centro Documentazione: cioè abbiamo migliaia di atti, facciamoli scaricare gratuitamente agli esterni, a chi ancora non conosce il metodo e si incuriosisce attraverso il blog e/o il sito!

    Spero che questo filmato faccia aprire un altro dibattito tra i commenti come già avvenuto in passato, in cui si inseriscano curiosi, visitatori casuali, gente del settore, anonimi e disturbatori vari.

    Di mio sulla questione, come ho detto, avrei tanto da dire, e molti di noi, a maggior ragione tu Luna, sulla sessualità svisceriamo già molto la questione in maniera ordinaria, ai gruppi, alle settimane intensive, ai corsi, quando parliamo fra di noi ecc., quindi non ci diremmo niente di nuovo. Questo problema della pedofilia tra i preti si ricollega ad alcune questioni vitali che riguardano ognuno di noi, quindi non vediamole come cose lontane da noi, con la solita epistemologia delle pecore nere o delle mele marce (tipica della polica e delle istituzioni) ma vediamole come parti nostre che possono venire fuori, che fanno parte di ognuno di noi. Sì, anche la pedofilia.

    Per quanto riguarsda la Chiesa è ormai fin troppo chiaro:
    il problema del celibato e della castità dei preti, la proibizione dogmatica a non avere rapporti sessuali come è nella natura di ogni essere umano (cosa che Gesù non aveva detto e che il Vangelo non dice, ma che è nata solo diversi secoli più tardi come codice imposto, i voti ecc., poi sapeste nei seminari che succede…). Le pulsioni sessuali ce le abbiamo ognuno di noi, e prima o poi devono trovare vie di sfogo: i preti lo fanno coi bambini perchè sono vittime facili con cui non devono instaurare un rapporto adulto e consenziente (cosa di cui i preti hanno una gran paura in cui purtroppo sono stati tagliati precocemente), e poi perchè i bambini li riportano spesso alla loro stessa condizione di maturazione sessuale a cui sono rimasti bloccati: spesso è solo una naturale curiosità nel voler conoscere il proprio corpo, cosa che accumulandosi negli anni si sublima e diventa un’irrefrenabile voglia sessuale: quindi conoscere il corpo dei bambini è spesso solo un voler conoscere il proprio corpo, viverselo, liberarlo. ecco perchè la maggior parte delle vittime sono bambini maschi e non femmine!

    E poi vabbè, ciò che fa Ratzinger e la Chiesa in generale di fronte a queste cose sono tutte difese-resistenze (ormai sempre più travolte dai tempi che corrono) per un’istituzione vecchia, settaria e presuntuosa che sa di essere in crisi, sia dal punto di vista dei fedeli che soprattutto dal punto di vista delle vocazioni, sempre più in calo… E’ in crisi ma non lo vuole ammettere, non se lo vuole dire, e si rifiuta di scendere in campo alla pari per ipotizzare nuove soluzioni e nuovi punti di vista in questi tempi di crisi di tutte le istituzioni (scuola, famiglia, sanità ecc.).

    E poi sai, pare brutto vedere un prete in manette…

    Poi c’è tutta la questione che il fatto di intervenire sui pedofili sbattendoli solo in carcere (ad inguaiarsi ancora di più nel loro disagio) non serve a molto se non gli si aiuta a fare un percorso che li riporti ai propri nodi…

    @FABER@

  15. luna margherita

    Anche se il post l’ho fatto io, voglio anche lasciare il primo commento.

    Non capisco perchè il tipo che ha detto che la chiesa è come la mafia si sia dimesso. Non credo che la sua affermazione sia stata eccessiva.

    Va be’ c’ho la febbre, vorrei scrivere un po’ di cose ma non ce la faccio, intanto scrivete voi, che io guarisco e poi dico la mia!

    Un bacio a tutto il blog, e complimento a Faber per il restyling, sei proprio bravo! E andate a visitare nuovaspecie.com che ha una nuova splendida veste fatta da Cristian. Ma che bravi questi maschietti!!!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie