Momenti di studio teorici

A caldo voglio condividere il mio vissuto del pomeriggio: primo incontro di approfondimento teorico sul tema “Le cosiddette psicosi”.

Eravamo abbastanza pochi da poter riportare i nomi: a parte il “triangolo delle Bermuda” (definizione di Mariano) del centro documentazione Libera-Sabrina-Serena, erano presenti Gabriella, Angela C., Maria Grazia M., Alessandro B. e Dina. Considerando che si trattava di una prima esperienza, e che le cose migliorano facendole, per me è risultato un momento importante di arricchimento. Abbiamo condiviso i frammenti di teoria inerenti al tema che ognuno aveva scelto di portare all’incontro, accompagnandoli con le riflessioni e i ricordi storici che ci hanno motivato a selezionarli; il tutto condito da svariate immersioni relative alle nostre personali relazioni con situazioni fortemente psicotiche.

Incredibile ma vero, la mia voce si è trasformata, flebile e rotta dall’emozione, nel rileggere passi di una teoria sull’aggressività del 2004, che parlava di Fabio (Fabbio, come scrive Barbara perché chi lo conosce possa identificarlo) ma diceva molto del mio ultimo periodo condiviso con Matteo, e sull’emergere di miei nodi profondi di cui leggerete prossimamente su Limax. Nonostante le esortazioni di Dina le mie lacrime anche stavolta non si sono degnate di venir fuori, ma vi garantisco che nei mesi scorsi le ho lasciate spesso correre liberamente, con grande senso di sollievo.

Sarebbe stato bello fare magari anche un fondo comune o una teoria sulle varie immersioni, ma l’incontro era già durato parecchio e per stavolta non siamo riusciti, non è da escludere per i prossimi.

Ancora da definire la data in cui ci riuniremo nuovamente, il tema sarà lo stesso, perché molto ricco e attuale. So per certo che diverse persone interessate che stavolta non sono riuscite a farci pervenire in tempo materiale e stimoli, vorranno prossimamente partecipare, da vicino o da lontano, arricchendoci e arricchendosi con la sistematizzazione che sarà frutto di questa rivisitazione ad opera di molteplici punti di vista.

Chi tra i partecipanti si trovasse a passare di qua ci/si farebbe un regalo lasciando un commento.

3 Commenti

  1. serena

    Non c’è bisogno di arrivare a foggia, si può contribuire via e-mail.
    Abbiamo parlato anche di questo, di come siano loro in realtà, con la loro peculiare sensibilità, ad aiutare noi “normali” a procedere verso l’intero.

  2. luna margherita

    vorrei partecipare anche io, portando la mia esperienza di una anno di convivenza con Luigi C. alla Locanda del Viandante. Per me è stato un accompagnatore, proprio lui che invece dalla psichiatria tradizionale è considerato uno schizofrenico! Purtroppo gli impegni universitari mi impediscono di arrivare fino a Foggia. Però vi faccio un grande applauso di incoraggiamento, perchè so dell’importanza di questi incontri: siamo ancora troppo pochi ad aver riscontrato le capacità specifiche di chi è considerato “psicotico”. Avanti tutta e besos

  3. Fabrizio d'Altilia

    Brave, grande il Centro Documentazione!!!! 😀

    Altro che università e centri di ricerca vari su cazzi morti e psico-neuro-boiate! Alla faccia loro e di quel “Professor Cassano funebre”!

    @FABER@

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK

5x1000-Fondazione Nuova Specie